Con la Pesatura Industriale un primato tutto varesino

Con la Pesatura Industriale un primato tutto varesino

COGO Bilance protagonista al Convegno Nazionale di La Spezia

VARESE - Un primato varesino nel campo della Pesatura Industriale. Porta infatti la firma di un’azienda di Varese, la COGO Bilance, il progetto presentato al primo Convegno Nazionale di Pesatura Industriale nella sede di Confindustria a La Spezia.

La conferenza, patrocinata dal Ministero dell’Ambiente, ha visto protagoniste tre realtà associative lontane tra loro per pensiero sociale e politico, per un confronto fattivo sui temi attuali e pressanti dell’occupazione e dell’ambiente: Legambiente, Confindustria e Cgil.

Ad aprire il dialogo il senatore Massimo Caleo, in rappresentanza della Commissione Ambiente al Senato. Nel corso del convegno è stato presentato da Fabio Martignoni il nuovo sistema di pesatura industriale denominato Sensolweighs, che nasce dall’azienda varesina.

Gli aspetti innovativi e tecnici del prototipo, che ha già ottenuto il certificato di eccellenza dalla Commissione Europea, sono stati illustrati dall’ingegner Tamborini capo progetto di Sensolweighs.

«La piattaforma innovativa evita l’escavazione di buche e lavoratori di muratura nel terreno – è stato spiegato durante il convegno - riducendo il consumo di migliaia di litri d’acqua e carburante, che sono invece i punti critici dei sistemi tradizionali per la pesatura di camion e rimorchi. Sensolweighs costituisce una piattaforma esterna posizionabile ovunque e funzionante tramite sensori e software avanzati. Proprio la costruzione di questo macchinario innovativo con una positiva ripercussione occupazionale di circa 100 dipendenti».

I relatori hanno affrontato tematiche legate alla logistica portuale e possibili soluzioni tecnologiche che favorirebbero la velocità e l’occupazione nella portualità legata al traffico dei trasporti sia su gomma che ferroviario. Sono state evidenziate da Antonio Laghezza, presidente dell’Associazione spedizionieri di La Spezia, in previsione dell’aumento delle peculiarità di movimento legate ai servizi di banchine per ospitare navi sempre più grandi e dell’impatto ambientale conseguente. L’ingegner Testi, in rappresentanza di SOS Logistica e di Contship, ha sottolineato che l’ampliamento dei trasporti può generare occupazione in nuovi settori.

Stefano Sarti per Legambiente ha evidenziato diversi terreni comuni in cui industria e impatto ambientale sostenibile dovranno trovare sinergie crescenti. Aspetti ribaditi anche da Marco Zucca, presidente di Svar, e Daniele Testi di SOS logistica.

Il convegno è stato organizzato da Archigreen.it, associazione di professionisti da anni impegnata sul territorio nella valorizzazione di progetti volti a migliorare l’impatto ambientale e particolarmente utili a generare occupazione.


© RIPRODUZIONE RISERVATA