Faberlab non si ferma più: «Noi, al passo con i tempi»
Il presidente di Confartigianato Varese, Davide Galli

Faberlab non si ferma più: «Noi, al passo con i tempi»

Tradate - Non solo un laboratorio d’idee. Il presidente di Confartigianato Varese: «L’idea si sta sviluppando»

VARESE - Non solo laboratorio di idee e centro culturale per le nuove tecnologie, ma anche luogo di produzione a disposizione delle aziende. Il Faberlab di Tradate, tempio dell’innovazione voluto da Confartigianato Imprese Varese continua a crescere e ad evolversi, per stare al passo con le sempre mutevoli esigenze che il mercato richiede alle aziende e ai liberi professionisti.

Piano industriale

«Stiamo vivendo una fase di sviluppo dell’idea originaria del Faberlab - spiega Davide Galli, presidente di Confartigianato Varese - tutte le attività in corso saranno potenziate ma nell’ottica della manifattura 4.0 e dell’internet delle cose, ci interessa sviluppare questo strumento, non solo come fattore culturale ma anche come servizio alle imprese». Faberlab è un laboratorio dove artigianato e nuove tecnologie, tradizione e internet of things si incontrano quotidianamente per rispondere alle esigenze dei clienti; la stampa tridimensionale è il mezzo per raggiungere l’obiettivo, perché in grado di tagliare tempi e costi. «Investiremo sui servizi alle imprese e per i liberi professionisti - annuncia Galli - per metterne a disposizione di nuovi anche alle imprese nostre clienti geograficamente lontane ma collegate con noi via web». Potenziare i servizi per i clienti, significa anche investire su nuove stampanti 3D, per rispondere alla domanda di innovazione delle imprese, aiutandole a trovare nuove soluzioni e a sviluppare la loro competitività. Senza perdere la vocazione originaria del Faberlab, come luogo d’incontro tra imprese, professionisti, designer, studenti, università, insegnanti, makers ma anche semplici cittadini. «Il piano industriale c’è - sottolinea il presidente di Confartigianato - stiamo ragionando su quali macchinari acquistare; in particolare stiamo pensando a una stampante 3D per odontotecnici che è molto richiesta, ma anche a una per il settore meccanico».

Una gamma da ampliare

Questo significa essere service per le imprese e per i professionisti, continuando ad essere anche hub della cultura digitale; un hub dove si fa cultura digitale ma anche dove si produce. «Credo che il nostro service per le imprese sia unico in provincia di Varese - prosegue Galli - tra i nostri clienti abbiamo anche aziende del Sud Italia e non si deve pensare che siano soltanto le piccole aziende a rivolgersi a noi; si rivolgono a noi anche imprese di grandi dimensioni che magari hanno bisogno di applicazioni particolari che Faberlab è in grado di soddisfare». Il centro di viale Europa a Tradate è a tutti gli effetti un’ officina digitale, dove è possibile anche far convergere vecchie e nuove tecnologie, dall’analogico al digitale, dall’idea al prototipo, alla produzione e alla comunicazione sul web. Al Faberlab si realizzano prototipi, pezzi unici e personalizzati a basso costo in gesso, polimeri e resine, ma c’è l’attrezzatura adatta anche per fare fronte alle richieste di oggetti in altri materiali con assoluta professionalità e precisione. Nel laboratorio digitale di Confartigianato Varese la teoria si accompagna sempre di più alla pratica; un luogo di confronto dove si tengono corsi, seminari e workshop, ma anche un luogo dove si produce. «L’obiettivo su cui stiamo ragionando è quello di ampliare la gamma dei macchinari da mettere a disposizione dei nostri clienti» conclude il presidente di Confartigianato Varese.


© RIPRODUZIONE RISERVATA