«Il fai da te digitale migliorerà la società»

«Il fai da te digitale migliorerà la società»

La presentazione di DiDIY il 22 giugno

C’è anche l’Università Liuc all’interno del progetto Digital Do It Yourself (DiDIY) e, dopo mesi di lavoro, il prossimo 22 giugno, alle ore 9.30, a Palazzo Pirelli a Milano si terrà la Final Conference intitolata: “Digital Makers – Making a Difference?” dove verranno presentati i risultati della ricerca e discusso il ruolo del Digital Do It Yourself con i rappresentanti degli enti pubblici, del mondo industriale, dell’istruzione.

DiDIY: Digital Do It Yourself è un progetto che nasce all’interno di Horizon 2020 e uno dei suoi obiettivi è contribuire a chiarire le condizioni per cui gli strumenti del cosiddetto fai da te digitale, dalle stampanti 3D alle schede Arduino per la prototipazione rapida, potranno migliorare la nostra società, valorizzando la creatività degli individui e le sempre più diffuse possibilità di fare “innovazione aperta”. Digital Do It Yourself (DiDIY) è un nuovo fenomeno socio – tecnologico, incentrato sui dispositivi digitali che supportano, spesso attraverso comunità online aperte, la convergenza di atomi e bit. Le tecnologie e le dinamiche sociali correlate a DiDIY permettono così la prototipazione e la fabbricazione di manufatti a partire da specifiche digitali. E ciò può portare a nuovi scenari nei ruoli e nelle relazioni fra individui, organizzazioni e società, nei quali emergono di conseguenza opportunità, ma anche minacce.

Nel corso dell’evento dunque, articolato in una sessione plenaria al mattino e due sessioni parallele pomeridiane strutturate in forma di workshop, saranno presentati i risultati del progetto che è stato finanziato dalla Commissione Europea nel programma Horizon 2020 e ha coinvolto sette istituzioni di ricerca europee con l’obiettivo di definire un quadro concettuale per esplorare e comprendere il fenomeno del fai da te digitale e di produrre linee guida per una sua efficace diffusione sociale. L’evento, che è stato realizzato in collaborazione con Regione Lombardia e con il patrocinio della Commissione europea, Comune di Milano, Confindustria Lombardia e AUSED, coinvolge, oltre ai rappresentanti del mondo della ricerca, quelli degli enti pubblici, del mondo industriale, dell’istruzione con l’obiettivo di discutere il ruolo che il Digital Do It Yourself potrebbe avere nei programmi di sviluppo delle competenze digitali, nella definizione delle agende digitali e nella promozione delle best practice esistenti in questi ambiti. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Commenti (0) Regolamento Commenti: Prima di commentare gli utenti sono tenuti a leggere il regolamento del sito. I commenti che verranno ritenuti offensivi o razzisti non verranno pubblicati e saranno cancellati. Accedi per commentare