Il negozio ci mette la faccia in un video
Sono molti i progetti in campo per rilanciare l’immagine dei negozi attraverso i social: «Non possiamo aspettare rinchiusi tra quattro mura»

Il negozio ci mette la faccia in un video

Nasce un laboratorio digitale - Varese Digital Lab - per condividere idee, innovazione e contenuti. E il primo atto è un “filmato staffetta” destinato a far conoscere in corsa il territorio e i prodotti

VARESE - Il commercio è in crisi? Allora largo a Varese Digital Lab, il laboratorio digitale nato per condividere idee, innovazioni, contenuti volti a migliorare il tessuto commerciale del territorio varesino e di tutto il varesotto. Si tratta di commercianti virtuosi che vogliono migliorare il loro fare commercio e portare, ovviamente, più gente nei loro punti vendita sparsi in tutta la provincia. «Non si può stare in negozio ad aspettare che entrino i clienti», riconosce Paolo Ambrosetti, consigliere dei Giovani Imprenditori di Confcommercio Varese e consigliere di FederModa.

Dal centro città

«Basta piangersi addosso, dobbiamo reagire. È inutile combattere la grande distribuzione, piuttosto mettiamo in campo la parte migliore di noi: mettiamoci la faccia». A settembre, la faccia di tutti i commercianti sarà in un mega video che riprodurrà una vera e propria staffetta, corsa davvero, in lungo e in largo per i Comuni del Varesotto, da negozio a negozio, da commerciante a commerciante. La corsa potrà partire da piazza Monte Grappa a Varese con lo stesso Paolo Ambrosetti con una delle sue borse tra le mani da passare al secondo staffettista, un gioiellerie per esempio che, a sua volta, passerà il suo prodotto a un altro collega, magari a un venditore di vini o a un albergatore. Sono venti, al momento, i commercianti corridori che faranno sfilare i rispettivi prodotti nel video. Negozianti di Varese, Busto Arsizio, Gallarate, Somma Lombardo, Sesto Calende, Saronno. «Ma quello che vogliamo davvero mostrare sono i luoghi del territorio, da promuovere, non tanto i nostri prodotti», puntualizza Ambrosetti ideatore dell’iniziativa che punta sulla curiosità del cliente per portarlo nei negozi.

L’approfondimento su La Provincia di Varese in edicola giovedì 9 luglio 2015.


© RIPRODUZIONE RISERVATA