Imprese varesine ai primi posti per i pagamenti. Segno di ripresa
Il 46,1% delle imprese del Varesotto ha saldato puntualmente le fatture (Foto by Archivio)

Imprese varesine ai primi posti per i pagamenti. Segno di ripresa

Buona anche la performance delle imprese lombarde in generale. Al primo posto Sondrio

Migliorano i tempi di pagamento delle imprese varesine, che dimostrano così uno stato di salute in ripresa. Secondo i dati dello Studio Pagamenti di CRIBIS D&B, la società del Gruppo CRIF specializzata nelle business information, nel terzo trimestre del 2016 il 46,1% delle imprese del Varesotto ha saldato puntualmente le fatture, il 46,8% delle imprese ha regolato i conti con un ritardo fino a 30 giorni dai termini concordati e il 7,1% oltre i 30 giorni.

Varese risulta all’ottavo posto tra le province della Lombardia per puntualità nei pagamenti, ma la sua performance è decisamente positiva: migliore della media regionale (45,5% di pagamenti puntuali) e nettamente migliore di quella nazionale, in cui appena il 35,9% di imprese risulta puntuale.

In particolare il dato è positivo se confrontato con il passato: rispetto a fine 2010, si segnala un importante miglioramento delle imprese puntuali, passate dal 39 all’attuale 46,1%. Anche se, sempre nel confronto, emerge anche un peggioramento dei ritardi gravi, quelli oltre i 30 giorni, che sono passati in 6 anni dal 3,7% del 2010 al 7,1% attuale.

Guardando dunque alle performance delle altre provincie lombarde, non ci possiamo lamentare: a fine settembre 2016, le imprese lombarde si sono confermate tra le più puntuali d’Italia nei pagamenti commerciali, con una percentuale del 45,5%, che hanno saldato i fornitori alla scadenza, contro la media italiana pari al 35,9%.

Certamente c’è anche chi fa meglio di noi: nella classifica delle province più puntuali della Lombardia, Sondrio si posiziona ancora una volta al primo posto, conquistando anche il primato nazionale, con il 58,8% di imprese virtuose. Seguono nella classifica Brescia, Bergamo, Lecco, Mantova, Cremona, Como e appunto Varese, che nella classifica nazionale si aggiudica un bel 17esimo posto. In crisi le imprese milanesi con solo il 36,4% di pagamenti alla scadenza e il 9,3% di gravi ritardi nel saldo delle fatture.

Le micro imprese sono le realtà più puntuali (49,3%) ma anche quelle con la maggior percentuali di ritardi gravi (8,2%). Seguono per puntualità le piccole (40,4%), le medie (25,3%) e le grandi (13,4%).

«Le imprese lombarde sono un esempio virtuoso per tutte le realtà imprenditoriali del Paese - commenta Marco Preti, Ad di Cribis D&B - La puntualità dei pagamenti è diventata uno degli elementi chiave per ottimizzare i flussi di cassa e individuare i clienti da fidelizzare e su cui investire. Nonostante una situazione in via di miglioramento però la situazione è ancora lontana dal livello pre-crisi, per questo le attività finalizzate al miglioramento dei flussi di cassa rimangono una priorità per le aziende».


© RIPRODUZIONE RISERVATA