Innovazione e coraggio. Le nostre imprese al top

Innovazione e coraggio. Le nostre imprese al top

Tra le 105 vincitrici del Premio Buone Prassi Lombardia gloria anche per cinque delle nostre

Sono 105, tra cui cinque della provincia di Varese, le aziende premiate mercoledì a Palazzo Lombardia da Regione e Unioncamere. Le imprese che hanno ottenuto il riconoscimento sono quelle che hanno superato la fase istruttoria del Premio Buone Prassi Lombardia per la Responsabilità Sociale 2017.

Le aziende premiate per il loro impegno sociale e ambientale, oltre a ricevere un attestato di merito, sono state inserite nel Repertorio online, vera e propria vetrina di prestigio e visibilità sul territorio, collegata ai siti delle Camere di Commercio lombarde e di Regione Lombardia. Si tratta di uno strumento unico nel suo genere, basato su comunicazione, trasparenza e condivisione con tutte le parti interessate delle buone prassi aziendali.

Cinque le aziende varesotte ad ottenere l’attestato. Nella categoria Ambiente, la BTicino di Varese per le attività di sensibilizzazione interna ed esterna realizzate in campo ambientale; particolarmente apprezzato, il concorso di idee interno “Torneo della Produttività”, per migliorare aspetti ambientali della produzione e del prodotto. Importante anche la collaborazione con il Banco Alimentare per gestire il surplus della mensa aziendale.

Nella categoria Lavoro, premiata la Elmec Informatica di Brunello, per il suo impegno nella riduzione degli impatti ambientali, soprattutto attraverso la riqualificazione di un sito e l’efficientamento energetico e per il benessere dei dipendenti.

Nella categoria Gestione e Governo, hanno ottenuto il riconoscimento l’azienda Reti spa di Busto Arsizio per l’impegno nel progetto di recupero dell’area dell’ex cotonificio Venzaghi, secondo le migliori tecnologie ambientali. Nella stessa categoria, premiata anche la Lu-Ve di Uboldo, per essere stata, come si legge nelle motivazioni, la prima azienda al mondo ad applicare soluzioni d’avanguardia nel rispetto dei principi fondamentali di salvaguardia dell’ambiente nella refrigerazione commerciale e industriale, diventando un riferimento per tutto il settore.

Riconoscimento anche per la Roelmi Hpc di Origgio, che nonostante le piccole dimensioni e la recente costituzione, ha messo in campo una varietà di strumenti e di prassi, dimostrando di aver improntato la gestione aziendale in modo responsabile e attento all’ambiente.

«Buone Prassi dimostra che coniugare competitività e responsabilità sociale è una necessità sempre più avvertita dalle imprese» ha commentato Mauro Parolini, assessore regionale allo Sviluppo Economico. «Buone Prassi non si limita a valorizzare l’impegno sociale delle imprese, ma fa emergere comportamenti che sono da esempio per tutti» ha detto Gian Domenico Auricchio, presidente di Unioncamere Lombardia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA