Leonardo alla conquista del sogno giapponese. I suoi elicotteri antincendio volano a Tokyo

Leonardo alla conquista del sogno giapponese. I suoi elicotteri antincendio volano a Tokyo

I prodotti dell’azienda con una sede anche a Somma Lombardo in servizio tra il 2019 e il 2020

La città di Tokyo e le Prefetture di Shizuoka, Fukushima e Yamaguchi scelgono gli elicotteri antincendio di Leonardo. Cresce la presenza della principale azienda industriale italiana, con sede anche a Somma Lombardo, sul mercato elicotteristico giapponese con il primo AW189 venduto nel Paese, il primo AW169 antincendio e due ulteriori AW139. Questi elicotteri si aggiungono a una flotta di circa 120 unità già presenti in Giappone anche per compiti di pubblica utilità e di supporto alle emergenze.

La Città di Tokyo e le Prefetture di Shizuoka, Fukushima e Yamaguchi sostituiranno tra il 2019 e il 2020 con i prodotti di Leonardo altri modelli divenuti ormai obsoleti. Leonardo e il distributore giapponese dei modelli AW169/AW139, Mitsui Bussan Aerospace, hanno firmato contratti con la Prefettura di Yamaguchi per un AW169, e con quelle di Shizuoka e Fukushima per un AW139 ciascuna. L’AW169 ordinato dalla Prefettura di Yamaguchi è invece il terzo elicottero di questo tipo venduto in Giappone, il primo per compiti antincendio a dimostrazione delle significative potenzialità del prodotto in questo mercato.

Il contratto firmato con la Città di Tokyo invece segna l’ingresso sul mercato giapponese del modello AW189. Tutti gli elicotteri entreranno in servizio tra la primavera del 2019 e quella del 2020, sostituendo altri modelli ormai vetusti. 
I nuovi elicotteri saranno dotati di equipaggiamenti dedicati per i singoli clienti, oltre a sistemi standard quali benna per il trasporto dell’acqua per missioni antincendio, verricello di recupero, faro di ricerca.

L’AW189 di Tokyo potrà trasportare fino a 19 persone in cabina, e sarà equipaggiato con doppio verricello e un serbatoio ausiliario di carburante per missioni di trasporto a lungo raggio verso le isole più distanti. L’AW139 basato a Shizuoka svolgerà compiti di soccorso nell’area del Monte Fuji e sarà dotato di un serbatoio ventrale per l’antincendio e un’avanzata telecamera ad alta definizione per la condivisione terra-bordo-terra delle immagini. Il carrello dell’AW139 di Fukushima sarà anche dotato di pattini per operare sulla neve.

Per il soccorso e l’antincendio la Prefettura di Yamaguchi beneficerà ad esempio dell’avionica avanzata e della moderna telecamera montata a bordo dell’AW169. 


Con questi contratti Leonardo conferma la propria posizione di leadership sul mercato elicotteristico giapponese per quanto riguarda i compiti di pubblica utilità, con numerosi AW109 e AW139 già in servizio ogni giorno a supporto della popolazione nazionale. Questa ennesima importante commessa segna un ulteriore punto a favore della società italiana, che si sta espandendo sul mercato asiatico in un settore – quello dei mezzi di trasporto legati al servizio pubblico e al soccorso – di grande interesse e prestigio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA