Un esercito di studenti a “scuola” di industria
Studenti varesini in visita alla Nordsinter di Caronno Pertusella, azienda specializzata nella produzione di piccoli componenti, produzione che ha affascinato e incuriosito molto i giovani visitatori

Un esercito di studenti a “scuola” di industria

A gonfie vele il PMI Day: 370 alunni delle terze medie scoprono le nostre realtà produttive

VARESE - È un piccolo esercito di studenti quello che in questi giorni sta girando per le imprese del varesotto: 3700 ragazzi delle classi terze delle scuole medie che, grazie al Pmi Day, la giornata nazionale della piccola e media impresa organizzata in tutta Italia da Confindustria, e che nella provincia di Varese si declina in tre intere settimane di visite aziendali, organizzate dall’unione Industriali di Varese, con tutta la loro freschezza e giovinezza stanno riempiendo i reparti di 130 aziende di curiosità e domande.

«C’è un po’ della nostra azienda anche nelle vostre case» ha spiegato Marco Genoni, direttore di Nupi Industrie Italiane di Busto Arsizio ai 45 ragazzi della scuola media Giovanni XXIII di Castelveccana in visita all’azienda che produce tubi e raccordi, «quelli che si trovano sotto le piastrelle nelle vostre abitazioni», ma anche nei complessi petroliferi, chimici e petrolchimici. Un’azienda che, nel solo sito bustocco, offre lavoro a 150 dipendenti ed è presente anche sul mercato statunitense: periti, ingegneri, ragionieri, laureati in economia, sono queste le figure che è più facile trovare negli spazi produttivi e negli uffici di Nupi. Ma come entrare in un’azienda di questo tipo? «Essere precisi e affidabili anche nei più piccoli lavori» è stato il consiglio che Genoni ha rivolto ai ragazzi raccontando la sua personale esperienza partita da un diploma di istruzione tecnica, una laurea in chimica e approdato ai vertici di un’impresa in espansione che realizza tutto in casa. Tutto, per i ragazzi in visita in azienda, diventa insegnamento: non soltanto l’impresa è importante per trovare un lavoro, ma perché produce cose vicine a noi, anche se ci sembrano così lontane dalla vita quotidiana.

Anche alla Nordsinter srl di Caronno Pertusella i ragazzi hanno iniziato la loro visita alla scoperta di piccoli e grandi componenti, sconosciuti alla maggior parte di loro e dunque ancora più curiosi: «E’ importante far vedere ai ragazzini il mondo del lavoro – ha spiegato Alessandro Legnani, direttore produzione alla Nordsinder – cosa si può fare, cosa facciamo in Italia e quali sono le peculiarità del made in Italy». Ragazzi che si trovano alle soglie di una decisione importante sul loro futuro, come la scelta della scuola superiore: «E’ importante che facciano una scelta curata su quello che vorranno fare domani, guardando ai loro interessi di oggi riportandoli nella scelta degli studi da fare».

E se, nell’immaginario collettivo dei ragazzi, un’azienda è solo dove si produce qualcosa, gli studenti di terza media dell’istituto “A. Manzoni” di Lavena Ponte Tresa” hanno però imparato grazie al Pmi Day che anche una scuola, è un’impresa: va gestita e organizzata nel lavoro come nelle risorse e le persone che ci lavorano. A dimostraglielo la visita organizzata agli Istituti Scolastici Olga Fiorini e Marco Pantani di Busto Arsizio: «Come in un’azienda di medie dimensioni il mio ruolo mi richiede di coordinare il lavoro di altre persone, capi di altre aree e dipartimenti, che a loro volta verificano e gestiscono il lavoro altrui» ha spiegato Luigi Iannotta, coordinatore delle attività educative e didattiche.


© RIPRODUZIONE RISERVATA