Martedì 20 Settembre 2011

Da Lonate Pozzolo alla California
In mostra il sogno americano

LONATE POZZOLO Ci fu un tempo in cui gli stranieri, cattivi e indesiderati, eravamo noi. Tra il 1880 e il 1920 circa 2 mila lonatesi si imbarcarono per raggiungere gli Stati Uniti, prevalentemente la California.
Quasi tutti giovani, tra i 16 e i 30 anni. Si concentrarono nella baia di San Rafael. Diversamente da molti altri, però, dopo anni di duro lavoro ritornarono a Lonate.
Questa è solo una delle tantissime storie raccontate nella mostra fotografica “Valigie, migrazioni di ieri e di oggi da e per l'Italia”, aperta fino al 30 settembre alla biblioteca di Lonate Pozzolo. L'iniziativa è organizzata da "Nessuno Escluso" onlus e da Acra, in collaborazione con Fondazione Cariplo e la biblioteca di Lonate.
Fin troppo semplice mettere a confronto gli Italiani che, all'inizio del 1900 facevano i venditori ambulanti di banane in America, con i tanti cittadini extracomunitari che, oggi, vendono borse sui marciapiedi delle nostre città. Nella mostra le due realtà sono messe continuamente a confronto. Ecco allora che Ellis Island, principale porta di accesso agli Statesi, assomiglia pesantemente a Lampedusa.
A parlare sono i volti, le foto, ma anche i racconti dei migranti, stesi su fili di corda che pendono tra le pareti. Viaggi dall'Africa all'Europa, ma anche dalla Basilicata a Caidate.

e.romano

© riproduzione riservata