Un tricolore che avvolge tanti amici
Marco Case mvp della finale scudetto

Un tricolore che avvolge tanti amici

Ciechi Sportivi Varesini - Contro ogni pronostico «I Patrini» Malnate sono campioni d’Italia di baseball

Per i Ciechi Sportivi Varesini la data del 25 giugno 2016 resterà per sempre nella storia di un’attività ormai prossima a tagliare il traguardo dei trent’anni.
Al termine di una stagione intensa la squadra di baseball «I Patrini» Malnate ha vinto lo scudetto superando in finale la Fiorentina 13 a 5 all’ottavo inning. Un risultato che ha dell’incredibile se si pensa che solo quattro anni fa la splendida Adele Patrini presidentessa del softball e baseball Malnate, l’allora presidente dell’Unione Ciechi e Ipovedenti di Varese Angela Mazzetti e l’immancabile Gaetano Marchetto (a destra nella foto sopra con il presidente della «7 Laghi Runners» Ugo Fantoni) erano impegnati tra mille difficoltà nel reclutare potenziali giocatori. Ma forse, la data storica del 25 giugno, giorno di San Guglielmo, l’ha decisa qualcun altro, una persona splendida scomparsa l’anno scorso, per vent’anni della sua vita infaticabile volontario, sostenitore e guida dei Ciechi Sportivi Varesini: Guglielmo Donai.

Ma come si vince una partita partendo da casa con un pronostico contrario 100 a 1?

In effetti le chiacchiere delle chat del nostro ambiente e gli addetti ai lavori ci concedevano più o meno quella possibilità. Penso che tutto sia cominciato molto prima di questa felice trasferta. Quando nel 2012 la nostra fantastica Adele Patrini, decise di dirottare il Team Manager della sua squadra di softball, Fabio Gottardi, alla guida del nostro gruppo.

Cosa siete diventati e cosa volete diventare?

Da quel gruppetto che nella primavera del 2009 prese parte ad una sorta di open day e tre anni più tardi s’allenava quando poteva guidati con molta pazienza da Roberto Rizza, Adriano Chiesa e lo stesso Fabio Gottardi è nata una squadra che nell’ultimo inverno s’è allenata senza risparmio. Dirigenti e tecnici non hanno lasciato niente al caso, curando in particolar modo l’aspetto psicologico, mettendoci nelle condizioni di arrivare a dare il massimo anzi, qualcosa in più.

Una curiosità del pre partita che ha caratterizzato la vostra stagione trionfale è un «urlo di battaglia» molto particolare.

Da quest’anno fa parte della nostra squadra un ragazzo nigeriano, Hanane El Kadrani. In pochissimo tempo si è integrato perfettamente e tutti noi abbiamo voluto rendere omaggio alle sue origini traducendo il nostro urlo di battaglia in lingua «Ibu». Per «I Patrini» una vittoria nella vittoria. Cosa vogliamo diventare? Ci va benissimo quello che siamo: una squadra di amici che vuole offrire la stessa opportunità di fare sport e divertirsi ad ogni non vedente e ipovedente della nostra provincia, gratificando con il nostro impegno i volontari e quanti ci accompagnano e sostengono in ogni nostra attività.

I neo campioni d’Italia di baseball non vedenti «I Patrini» Malnate sono:

Presidente: Adele Patrini. Giocatori: Samuel Benunzio, Lorenzo Bossetti, Antonio Burgio, Gaetano Casale, Marco Case, Hanane El Kadrani, Federica Grassi, Rosa Incollà, Milena Rossi, Gaetano Marchetto, Ottavio Stigliano, Armando Virgili, Lucia Zoroberto. Coach: Adriano Chiesa. Team Manager: Fabio Gottardi, Classificatore: Andrea Mariani, Assistenti: Giulio Bonati, Cristina Sereno, Stefano Ferin, Melissa Gottardo, Valter Bossetti, Angela Cardia, Moreno Grassi, Erica Sereno, Susanna Tremolada, Alberto Zin.


© RIPRODUZIONE RISERVATA