Varese fa rima con Germania. Ora c’è l’accordo per il futuro

Varese fa rima con Germania. Ora c’è l’accordo per il futuro

Via a percorsi formativi, servizi di ricerca per contatti e possibili partner commerciali

La Germania è il primo partner commerciale tedesco per le esportazioni delle merci varesine. Ecco perché le associazioni di categoria dedicano tanto interesse ad un mercato che ha molto da offrire anche alle imprese di minori dimensioni.

«Siamo da sempre consapevoli dell’importanza strategica della Germania ma, oggi più che mai, lo riteniamo un mercato con potenzialità straordinarie per le piccole e medie imprese della provincia di Varese, alle quali tuttavia è necessario fornire gli strumenti necessari a competere al pari di industrie di grosse dimensioni» dichiara Davide Galli, presidente di Confartigianato Varese.

Da questa idea nasce l’accordo presentato nei giorni scorsi da Confartigianato Imprese Varese con la Camera di Commercio Italo-Tedesca per offrire percorsi formativi, servizi di ricerca per contatti commerciali, incontri d’affari in Germania e Italia, servizi per organizzare, pianificare e gestire le visite e le presenze espositive delle aziende alla Fiera di Stoccarda.

«In una logica di rete finalizzata ad aprire nuove porte a chi sino ad ora ha solo immaginato di poter operare con la Germania e di rafforzare legami già strutturati, riteniamo questo accordo una naturale evoluzione del servizio di internazionalizzazione già attivo in Confartigianato – sottolinea Galli – tanto più alla luce della valenza che attribuiamo al sistema fieristico locale e alla sua rilevanza internazionale».

L’intesa diventa così non una vera e propria promessa di collaborazione, a partire dai percorsi formativi per le imprese della subfornitura industriale/meccanica (filiere dei semilavorati in plastica e metallo per diversi campi di applicazione) e del settore Arredo-casa. Ma le azioni dell’intesa comprendono anche la ricerca di potenziali partner commerciali attraverso incontri B2B per le aziende che vogliono aggredire il mercato tedesco oppure ristrutturare e/o implementare la propria rete di vendita in Germania.

«L’accordo tra Camera di Commercio italo-tedesca e Confartigianato Varese costituisce un primo momento importante per l’avvio di una proficua collaborazione volta a supportare l’accesso al mercato tedesco delle imprese varesine – spiega Alessandro Marino, direttore della Ccie Italo-Tedesca - Una delle linee guida che sono alla base dell’operato della Camera di Commercio Italo-Tedesca è dare supporto concreto alle aziende interessate al mercato e al panorama fieristico tedesco: questa è la base su cui è stato raggiunto un accordo con Confartigianato».

«L’accordo – continua Marino - nasce con lo scopo di consentire alle aziende associate a Confartigianato di fare un percorso di internazionalizzazione utile ed efficace».

L’affiancamento da parte di Confartigianato Varese si svolgerà dunque in più fasi: il check-up aziendale e screening con la definizione delle specificità dell’azienda e dei suoi prodotti; il direct approach, primo contatto per presentare l’azienda e quello che fa, e in ultimo il report finale con poi l’organizzazione di incontri B2B anche presso il business center di Monaco di Baviera e a Stoccarda.


© RIPRODUZIONE RISERVATA