Daniele Cassioli cade sulle piste da sci: spalla ko. «Avrò più tempo per scrivere per la Provincia»
Daniele Cassioli, non vedente, è campione del mondo di sci nautico. Qui in occasione di una visita nella nostra redazione

Daniele Cassioli cade sulle piste da sci: spalla ko. «Avrò più tempo per scrivere per la Provincia»

La disavventura - L’atleta paralimpico è stato subito operato: l’incidente sulle piste di Ala di Stura. Ne avrà per qualche mese

Sabato pasquale da dimenticare per il nostro amico Daniele Cassioli, che durante una mattinata sulla neve è caduto ed ha riportato brutte conseguenze alla sua spalla destra. La prognosi lascia infatti spazio a poche interpretazioni: lussazione con frattura della spalla, ed intervento immediato. Daniele si trovava ad Ala di Stura, in provincia di Torino, ed è finito a terra in mattinata: è stato portato praticamente subito in ospedale ed è stato sottoposto ad un’operazione chirurgica che è durata oltre tre ore. Ora Daniele rimarrà in ospedale a Torino fino a martedì, passando una Pasqua quantomai alternativa. Ma come sempre, Daniele Cassioli la prende con filosofia e con il consueto sorriso sulle labbra: «Dovrò stare qui in ospedale fino a martedì, poi tornerò a curarmi a casa mia, d’altronde i fisioterapisti non mi mancano di certo. Mi porto a casa una bella lussazione con frattura alla spalla destra, fa parecchio male, direi che non ci voleva. Ora la spalla è completamente immobilizzata, con il ghiaccio e la morfina. Sono state tre ore di operazione abbastanza lunghe, la botta è stata forte». Il recupero sarà lento e noioso, soprattutto per uno come Daniele che non è mai riuscito a stare fermo per così tanto tempo: «Uscito dall’ospedale, indosserò un tutore per circa tre settimane e poi dovrò sottopormi alle terapie per rimettermi in ordine del tutto. Avevo intenzione di fare i campionati italiani sulle neve il weekend del due e del tre aprile, ma dovrò saltarli. L’inizio della preparazione per la stagione sull’acqua dovrò rinviarla di un po’ di tempo, almeno fino a che non sarò a posto». Lo spazio per fare una battuta però c’è sempre, anche in un momento poco simpatico come questo, ma non potrebbe essere altrimenti con un amico come Daniele: «Avrò sicuramente molto più tempo per scrivere gli articoli per i miei amici de La Provincia di Varese, di sicuro quelli da qui fino a dicembre. Questa botta mi aiuterà a calmarmi un pochino, però succede ai vivi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA