Fatto Catellani, va rifatto il Varese. E si deve passare anche dal mercato

Fatto Catellani, va rifatto il Varese. E si deve passare anche dal mercato

Oggi il primo giorno ufficiale del nuovo presidente. Servono degli attaccanti in rosa: per salvare la D

Il primo giorno ufficiale di Sauro Catellani da presidente del Varese si consumerà oggi. In mattinata, verso le 10.30, il 64enne agente FIFA e nuovo numero uno dei biancorossi, sarà al Franco Ossola in visita alla squadra e a mister Paolo Tresoldi.

Il Varese svolge oggi infatti l’ultimo allenamento prima della sosta natalizia di tre giorni (24, 25 e 26), per ritrovarsi poi sempre al Franco Ossola il prossimo mercoledì 27 per altri tre giorni di lavoro. Sauro Catellani sarà presente per la prima volta in veste ufficiale dopo l’annuncio dell’accordo con Basile, arrivato giovedì sera. Il lavoro inizia adesso e, a prescindere da quelli che saranno i cambi e le integrazioni all’interno dell’organico societario, sarà inevitabile pensare al mercato e al rafforzamento di una rosa che come primo obiettivo ha ora la permanenza in Serie D.

Nomi non se ne fanno

Di nomi per ora non se ne fanno, anche perché questo è uno step che verrà affrontato dopo la pausa natalizia dalla società stessa. Indubbiamente il Varese ha delle necessità e dei reparti da riempire, ad esempio l’attacco. Gli addii di Longobardi, Rolando e Molinari hanno lasciato sguarnito un comparto che ora si fa forza sulle spalle dei soli Lercara, Repossi e Melesi, quest’ultimo poco utilizzato per metà stagione ma indispensabile nelle ultime uscite.

Qui sicuramente si registreranno gli interventi maggiori, soprattutto perché la necessità è evidente soprattutto a livello numerico e non solo qualitativo.

Vanno sottolineate in questo senso alcune dichiarazioni rilasciate dallo stesso Catellani al nostro giornale non più tardi di giovedì sera, proprio in tema di mercato, parlando di Andrea Repossi e Nicolò Palazzolo: «Ci parlerò e sarei felice rimanessero con noi. Quest’estate avranno la possibilità di puntare ai “pro”: li aiuteremo. So della loro disponibilità: ringrazio già da ora Palazzolo, che ha scelto di restare al Varese. Ha altre richieste, come anche Repossi: anche per lui vale lo stesso discorso. Chiederò loro di aiutarci: se vorranno farlo, gli ribadirò il mio grazie».

Merlin confermato

Esiste dunque la possibilità che i due uomini di maggior qualità della rosa rimangano a disposizione di Tresoldi fino al termine della stagione: a “guidare” il mercato ci sarà ancora il direttore sportivo Alessandro Merlin, che verrà confermato nel suo ruolo di direttore sportivo. Merlin conosce Catellani da oltre vent’anni, e con lui dovrà valutare quali saranno i movimenti da effettuare a gennaio, quando sarà possibile attingere al mercato degli svincolati.

Se quello di oggi è un primo passo ufficiale per Catellani, dai giorni immediatamente successivi a Natale inizierà il lavoro vero per rimettere nei binari una società ed una squadra che ne hanno realmente bisogno.

© RIPRODUZIONE RISERVATA