Varesina domata e qualificazione. La Bustese è già “on fire”

Santonocito e Cocuzza espugnano Venegono Inferiore. Alle fenici non basta Giovio

Varesina-Bustese Milano City 1-2
Più calci che calcio, ma tant’è: è il pallone d’agosto, le trame e la qualità restano negli spogliatoi quando c’è in palio un passaggio del turno. A Venegono, tra Varesina e Bustese, sorride la Bustese di Cusatis e Rosati (in tribuna al Comunale). Una partita non bella, come detto, condizionata dal grande caldo e dalle numerose imprecisioni, oltre che da un discreto nervosismo. Finisce 1-2 per gli uomini di Cusatis, cinici a sfruttare due occasioni nel primo tempo con Santonocito e Cocuzza a legittimare il raccolto nella ripresa.

Il vantaggio della Bustese è immediato, alla prima vera azione al 6’: Cocuzza sfrutta un varco sulla destra e serve il rimorchio di Santonocito, che da distanza ravvicinata buca Del Ventisette. Così com’è immediato è il pareggio della Varesina: Osuji conquista una buona punizione a trenta metri dalla porta; sul pallone si presenta Marco Giovio che, con un destro potente e preciso, trova il gol sotto l’incrocio con la gentile partecipazione di Sommariva, non impeccabile nell’occasione. Otto minuti, uno a uno e tutto come prima.

Al 38’ la Bustese, a sorpresa, ritrova il vantaggio: parte tutto dal sinistro di Santonocito - elemento molto interessante - che lancia in profondità Cocuzza che con la punta anticipa Del Ventisette, assolutamente rivedibile in uscita. L’inizio di ripresa della Varesina è coraggioso e arrembante, prova ne è il sinistro da fuori di Shiba dopo 1’, disinnescato da Sommariva. La Bustese non abbassa troppo la guardia e non rischia, se non per un altro destro su punizione dal limite di Giovio, che provoca qualche disturbo agli ospiti.

Al 19’ però De Bode, difensore centrale della Bustese, si mangia antipasto, primo e secondo in mezzo secondo: sul servizio di Cocuzza, liscia a due metri dalla porta il punto del 3-1. Al 29’ Santonocito si iscrive alla lista degli spreconi calciando sopra la traversa un mancino da ottima posizione, mentre al 31’ Mira trova spazio in area per liberare il sinistro, ma viene murato.

La Bustese, a seguito di un parapiglia, resta in dieci per l’espulsione di Cocuzza ma riesce a portare a casa la qualificazione.

Varesina-Bustese Milano City 1-2
Reti al 6’ pt Santonocito (B), all’8 pt Giovio (V), al 38’ pt Cocuzza (B).

Varesina (4-3-3) Del Ventisette; Martedì (dal 25’ st Tino), Albizzati, Milianti (dal 25’ st Vittorini), De Fazio; Martinoia (dal 39’ st Geraci), Osuji (dal 19’ st Giglio), Mira (dal 39’ st Di Caro); Chiarabini, Shiba, Giovio. A disposizione: Vaccarecci, Menga, Morello, Balconi. All. Spilli

Bustese Milano City (4-3-1-2) Sommariva; Paroni (dal 44’ st Tondini), Orchi, De Bode, Curci (dal 43’ st Righetti); Frulla, Lattarulo, Ricozzi; Santonocito (dal 41’ st Parini); Cocuzza, Traini. A disposizione: Alio, Lamperti, Lopes, Venturelli, Stronati, Mandelli. All. Cusatis

Arbitro Marco Sicurello di Serengo (Monella di Chiari; Renzullo di Torre del Greco)

Note Ammoniti: Cocuzza (B), Milianti (V), Albizzati (V), Chiarabini (V). Espulso: Cocuzza (B) al 35’ st. angoli 5-5; recupero, 0 e 6.


© RIPRODUZIONE RISERVATA