Fisioterapia d’avanguardia in centro. Anche per chi non può permettersela

Fisioterapia d’avanguardia in centro. Anche per chi non può permettersela

Inaugurato ieri in via Milano KyronLab, la struttura della famiglia Loreggian

Un polo d’avanguardia per la fisioterapia in pieno centro: è la sfida imprenditoriale della famiglia Loreggian, che ha inaugurato ieri in via Milano 14, alla presenza del sindaco Emanuele Antonelli, il centro polispecialistico e fisioterapico KyronLab. «Ho seguito e sostenuto con tutto il cuore l’idea di mio figlio Marco» rivela Carlo Loreggian. Con un risvolto sociale, rivelato dalla delegata all’inclusione sociale Miriam Arabini: «Ci hanno offerto dei pacchetti di ore di terapie da mettere a disposizione di persone che necessitano di fisioterapia ma che non hanno la possibilità economica di accedere alla struttura». Come d’abitudine, c’erano anche il sindaco e diversi assessori, ma anche alcune ragazze della Uyba Futura Volley, al “taglio del nastro” del nuovo centro KyronLab.

«Siamo orgogliosi di essere qui - le parole del sindaco Emanuele Antonelli - perché aprire una nuova attività in questo momento non facile merita tutto il ringraziamento e il sostegno di chi amministra la città. È un’eccellenza e un investimento sul territorio. E poi c’è dietro tanta passione, che è fondamentale». Nei 400 metri quadrati ristrutturati al secondo piano del palazzo che fa angolo tra via Milano e piazza Garibaldi opera una squadra di medici e professionisti, fisioterapisti e massofisio, in grado di offrire tecniche di eccellenza nel campo fisioterapico, curativo, riabilitativo e preventivo, per tutti i problemi legati ai dolori muscoloscheletrici, flebolinfologici, neurologici e sportivi, utilizzando attrezzature e macchinari all’avanguardia (tra cui un innovativo elettromiostimolatore per l’allenamento sportivo e le pedane propriocettive Synergy Mat), tanto che KyronLab è centro Human Tecar a livello nazionale grazie alla collaborazione con Unibell, società che lavora con i più grandi atleti del mondo, da Usain Bolt a compagnie come Nike e Adidas.

«Siamo felici di essere arrivati a questo traguardo - le parole di Carlo Loreggian - Ho creduto in questi ragazzi e nel loro entusiasmo, seguendo l’idea di mio figlio Marco con tutto il cuore». All’eccellenza si aggiunge un’iniziativa «lodevole» come la definisce l’assessore Miriam Arabini, quella di mettere a disposizione dei servizi sociali un pacchetto ore di terapie per persone che non hanno la possibilità di accedere alla struttura».


© RIPRODUZIONE RISERVATA