La Nato apre le porte del suo mondo

La Nato apre le porte del suo mondo

I duemila soldati della Ugo Mara di Solbiate Olona in festa per il tradizionale International Day. A caccia di tradizioni

Ieri pomeriggio la Caserma “Ugo Mara” di Solbiate Olona ha aperto le porte alle realtà locali per l’International Day 2017. La sede del Comando del Corpo d’Armata di Reazione Rapida della NATO in Italia (NRDC-ITA), è stato il luogo di incontro dei rappresentanti delle 13 nazioni che aderiscono al NRDC-ITA. Un’occasione per i circa 2000 militari e le loro famiglie per conoscere più da vicino il territorio e per condividere con il pubblico usi e tradizioni. Un’invasione pacifica di familiari, militari, alpini ma anche sindaci ed esponenti dei consolati delle nazioni presenti nella Caserma.

Sfila la storia

Nel piazzale dove tutte le mattine di svolge il rituale dell’alba bandiera è stato allestito un palco ed una “Performance Area” su cui si sono alternati gli ufficiali della “Mara”, band e gruppi musicali. Ad aprire ufficialmente la manifestazione l’ingresso delle 13 bandiere delle nazioni ospitate nella caserma affiancate da quella della NATO e della NRDC-ITA.

Le note del Concerto della Fanfara dell’11° Reggimento Bersaglieri hanno dato il via alla parata che ha permesso al pubblico di ammirare delle vere e proprie particolarità. Ad esempio, tra gli applausi dei presenti hanno sfilato due ex militari indossando le divise ufficiali risalenti al secolo scorso. Immancabili gli alpini rappresentati dalla Banda Baldoria che, con l’intramontabile penna sul cappello, hanno portato il loro inconfondibile sound a Solbiate. Gli appassionati di motori hanno potuto rifarsi gli occhi con alcuni dei mezzi realizzati appositamente per scopi militari e che sono stati utilizzati nelle più importanti missioni.

Le nazioni a tavola

Quest’anno sono state anche realizzate delle cartoline celebrative dell’evento sulle quali è stato possibile apporre uno annullo filatelico speciale. Grazie alla collaborazione con Poste Italiane, non solo c’è stata la possibilità di realizzare un annullo ad hoc ma anche l’invio postale direttamente dalla Caserma “Ugo Mara”. Proprio sul palco principale è stato battezzato l’annullo con la prima timbratura ufficiale eseguita dal direttore filiale Poste Italiane di Busto Arsizio dottor Marco Valsecchi.

Non è mancata un’area gastronomica in cui i rappresentanti delle nazioni hanno potuto offrire agli invitati le specialità tipiche cucinate appositamente per la giornata. «Mi piace cucinare - ha raccontato il responsabile dello stand tedesco - e far conoscere i nostri piatti ad amici e non solo è ancora più bello». Anche i più piccoli hanno avuto la possibilità non solo di giocare nel Children Play Park ma, hanno messo in mostra le loro capacità nel Karate con una dimostrazione ad alto tasso di difficoltà.

A chiudere la manifestazione il “Saggio Ginnico” con la Fanfara dei Bersaglieri ed un suggestivo spettacolo pirotecnico che ha lasciato ad occhi aperti non soli i grandi ma soprattutto i bambini.n


© RIPRODUZIONE RISERVATA