«Più libertà ai Comuni. L’ho chiesto a Salvini»
Mazzucchelli sul palco con Matteo Salvini

«Più libertà ai Comuni. L’ho chiesto a Salvini»

Il sindaco di Cairate Mazzucchelli a cena col leader lumbard: «Si è impegnato fortemente per portare avanti la questione»

CAIRATE - Si sono visti per cenare insieme. Ma, tra una portata e l’altra, nell’incontro avuto con il segretario nazionale della Lega Nord Matteo Salvini, il sindaco di Cairate Paolo Mazzucchelli non si è lasciato scappare l’occasione anche per un focus sulla Valle Olona. Perché Salvini, oltre che numero uno della Lega Nord, è lombardo. E perché, dice il primo cittadino, «si è sempre mostrato sensibile alle realtà locali».

Tra locale e nazionale

E quindi, tra una conversazione sul futuro della Lega Nord, uno sguardo prospettico sulle prossime elezioni nazionali e qualche considerazione sulla libertà d’azione necessaria alle autonomie locali, ecco spuntare anche il territorio. Mazzucchelli ha illustrato al numero uno della Lega il work in progress della cartiera Vita Mayer ma ha anche intonato un refrain chiaro: occorre che i Comuni, ente più vicino ai cittadini, abbiano mano più libera per venire incontro alle esigenze di chi lo abita.

«Salvini è sempre stato sensibile a questi temi – spiega Mazzucchelli – e lo ha confermato anche in quest’occasione; certo che abbiamo parlato anche di questioni nazionali come quella delle regole da mettere in chiaro per eventuali alleati, ma noi dobbiamo pensare anche alla dimensione locale: tanto per dare un’idea, come comune di Cairate abbiamo un milione e mezzo di euro di avanzo di amministrazione e non ci è data libertà di spenderli; posso dire che mi vergogno di poter fare ben poco proprio per questo motivo per migliorare la qualità di strade a tutto vantaggio di chi è disabile e delle fasce deboli perché qualcuno mi sta impedendo di spendere questi soldi?».

Olona al centro

Continua Mazzucchelli: «Salvini si è impegnato fortemente, e di questo lo ringrazio molto, a portare questa questione a livello nazionale affermando che gli enti locali debbano avere un’attenzione diversa, con lui abbiamo parlato anche di bonifica dell’Olona, di parchi sovracomunali illustrando quello che abbiamo in mente per il futuro del Rile-Tenore-Olona con l’aggregazione con il parco Pineta di Tradate; e abbiamo concordato sul fatto che su questi discorsi vi deve essere una decisa accelerazione perché si tratta di progetti in grado di avere valore ambientale ma anche appetibilità turistica se correttamente gestiti».

Il sindaco si dice insomma soddisfatto dell’incontro avuto con il suo segretario nazionale. E del pari del fatto che questi temi usciranno dall’ambito locale per varcare le porte di quello nazionale.


© RIPRODUZIONE RISERVATA