Centrale operativa unica: ecco la super polizia locale
Una centrale operativa unica (e anche un ufficio) per i cittadini di Somma, Casorate e Arsago

Centrale operativa unica: ecco la super polizia locale

Importante novità per Somma, Casorate Sempione e Arsago Seprio. «Maggior sicurezza e un comando più ampio e vicino alla gente»

SOMMA LOMBARDO - Gli agenti delle Polizie locali di Somma Lombardo, Casorate Sempione e Arsago Seprio uniti sotto un unico comando per un servizio migliore alla cittadinanza. Ma cosa significa per gli abitanti dei tre Comuni?
«Innanzitutto un’unica centrale operativa (telefono 0331 9511) con un agente che coordina gli interventi, visualizza le telecamere in tempo reale e fornisce risposte immediate ai colleghi in pattuglia», premette Raffaele Gullà, comandante del Corpo di polizia locale ampliato. «Al contrario di quanto si pensa, non è vero che servono più vigili in strada. Piuttosto è indispensabile avere un maggior numero di vigili preparati. L’utilizzo delle tecnologie con un’esperienza specifica sugli strumenti in nostro possesso, consente importanti interventi e l’invio repentino delle pattuglie dove ce n’è bisogno».

Risultati eccellenti

I risultati ottenuti dal comando di via Valle lo confermano: grazie all’attività investigativa degli agenti, è stato identificato il guidatore dell’auto che ha investito una donna sulle strisce pedonali in via Milano, pur in possesso di una sola lettera e cifra della targa, ed è stato raggiunto il responsabile della rapina alla gioielleria di via Mameli. Centrale operativa, dunque, e un ufficio unico (aperto dalle 7.30 alle 19.15) al quale i cittadini di tutti e tre i Comuni potranno rivolgersi per le pratiche dei verbali, pagando direttamente le contravvenzioni senza dover usare i bollettini postali. Da parte del comandante, inoltre, la precisa volontà di emettere i decreti ingiuntivi non appena scaduti i termini per i cittadini dopo la notifica del verbale a casa. Significa che la polizia locale cercherà di non far aumentare il valore della multa per il cittadino che si dimentica di pagarla.

La lettera promemoria

Anche quando non vengono trasmessi i dati del conducente, anziché far scattare subito la sanzione di 286 euro, arriverà una lettera a casa dal comando di Somma per ricordare la dimenticanza «in modo che chi è in buona fede si possa ravvedere in tempo», spiega Gullà. Insomma, un comando più ampio, ma sempre «vicino alla gente» rimarca il comandante. Il quale rassicura anche circa l’autovelox: «Lo utilizzeremo non in modo vessatorio ma come prevenzione. E continueremo a fare prevenzione sulla guida in stato di ebbrezza con i dovuti controlli».
Resta poi il problema dei veicoli senza assicurazione «in aumento del 30% circa», segnala Gullà. «Purtroppo il mancato obbligo di esporre il tagliando assicurativo farà soltanto aumentare il numero delle assicurazioni scadute o mancanti, un dato che possiamo già registrare dai nostri terminali». E dato gli 87mila veicoli che ogni giorno transitano da Somma e Arsago, c’è poco da stare tranquilli.


© RIPRODUZIONE RISERVATA