Il mito di Mozart sull palco di Arsago

Il mito di Mozart sull palco di Arsago

Sabato 16 settembre alle 16, nel Centro Culturale Concordia andrà in scena “L’altro Mozart”

ARSAGO SEPRIO - Arsago Seprio fa rivivere il mito di Mozart, il geniale compositore salisburghese. Sabato 16 settembre alle 16, nel Centro Culturale Concordia di Arsago Seprio, andrà in scena “L’altro Mozart” per attore e nove strumenti a fiato, su testo di Alessia Todeschini e con musiche di Marco Marzi. Lo spettacolo, a ingresso gratuito e rivolto principalmente agli alunni delle scuole primarie e secondarie di primo grado, sarà un’occasione per riscoprire la figura del grande compositore salisburghese in una chiave del tutto insolita, più vicina alla vita quotidiana e alle esperienze dei “millennials”, i ragazzini di oggi. L’esecuzione musicale sarà affidata ai docenti della Scuola di musica del Corpo Musicale di Arsago Seprio, sotto la bacchetta del Maestro Mirco Garzonio, mentre, sul palcoscenico, toccherà all’attore Michele Di Giacomo dare vita alla pièce di Alessia Todeschini, curatrice anche della regia. Nico, il protagonista della storia, è un ragazzino di oggi. Pronipote di decima generazione del grande Mozart è ossessionato dalla gigantesca figura del suo illustre avo verso il quale, a causa di pessimi insegnanti che gli hanno fatto detestare la musica, nutre un opprimente senso d’inferiorità. Ma il genio austriaco gli appare e diventa suo amico. Il compositore racconterà la sua vita confidando a Nico anche i suoi problemi e le sue difficoltà. Ormai conquistato, il ragazzino finirà per amare l’affascinante mondo della musica.

A dare corpo al testo di Alessia Todeschini sarà la suggestiva musica di scena di Marco Marzi, composta da brani inediti e dall’adattamento di alcuni temi mozartiani, eseguiti da nove strumenti a fiato e percussioni (flauto, oboe, clarinetto in sib, fagotto, tromba in sib, corno in fa, trombone, tuba, timpani, vibrafono e glockenspiel).


© RIPRODUZIONE RISERVATA