«La giunta ora dice sì all’area per i cani. Ma la Lega l’aveva proposto nel 2016...»
Il parco in Corso Europa dove nascerà l’area di sgambamento

«La giunta ora dice sì all’area per i cani. Ma la Lega l’aveva proposto nel 2016...»

La mozione per la zona di sgambamento a Somma Lombardo fu rifiutata: «Questo vuol dire che il centrosinistra respinge ogni idea delle minoranze?»

SOMMA LOMBARDO - Area sgambamento cani, perchè la maggioranza di centrosinistra ha respinto la mozione della Lega Nord su questo stesso argomento? È quanto si chiedono i consiglieri “padani” dopo la decisione della giunta Bellaria di realizzare in corso Europa, nel giardinetto pubblico al momento aperto a tutti, uno spazio per gli amici a quattro zampe e i loro padroni che volessero lasciarli correre un po’ in una zona recintata e sicura.

La Lega lo aveva chiesto ancora ad ottobre dell’anno scorso. Mozione respinta, però. Ed ora, Alberto Barcaro e Matteo Zantomio, al tempo firmatari della mozione, ci tengono a precisare. «Significa che qualsiasi proposta delle minoranze consiliari sarà respinta dal centrosinistra?», chiedono con amaro sarcasmo. «Avevamo individuato uno spazio in via dei Mille oppure a Mezza, ci è stato risposto che sarebbe stata sperimentata l’iniziativa nell’area Pip, semmai», ricorda Barcaro.

La mozione di ottobre 2016 impegnava il sindaco e la giunta ad attivarsi per reperire, ed eventualmente attrezzare in modo idoneo, più zone recintate della città, e nelle frazioni, così che tutti i cittadini avessero la possibilità «di facile accesso in tali aree per poter far muovere e giocare liberamente i loro cani in sicurezza e tranquillità». Nulla di fatto. L’amministrazione comunale «si sta già muovendo per fare aree attrezzate per i cani; è già stata identificata un’area vicino alla zona industriale ed è una prima area che potrà essere sperimentale», aveva risposto l’assessore ai lavori pubblici Edoardo Piantanida Chiesa. «Siamo già andati oltre, rispetto alla mozione».

Bocciata la proposta della Lega di puntare su via dei Mille e Mezzana. In più l’intervento dell’assessore alla Cultura Raffaella Norcini che precisava: «Anche i parchi cittadini andrebbero aperti ai cani, con percorso di educazione alla cittadinanza». Oltretutto, aggiungeva, «abbiamo la fortuna, a differenza di Milano, di avere boschi intorno alla città».

Ma, allora, perché realizzare un’area sgambamento per gli amici a quattro zampe in corso Europa? La giunta ha cambiato idea e, a quanto pare, ritiene valida l’iniziativa lanciata dieci mesi fa dall’opposizione leghista, votata soltanto da tutti i gruppi di minoranza. E, invece, respinta allora dai gruppi consiliari di maggioranza. «Questa maggioranza non vuole approvare alcuna proposta che arrivi dalle opposizioni. E poi si dicono aperti e democratici», chiude Barcaro.


© RIPRODUZIONE RISERVATA