«Malpensa sta rinascendo. Il Governo deve tutelarlo»

«Malpensa sta rinascendo. Il Governo deve tutelarlo»

Il senatore Candiani: «Subappalti nelle attività di assistenza a terra? Delrio intervenga»

MALPENSA - Subappalti nelle attività di assistenza a terra a Malpensa, dopo la bocciatura del ricorso Sea al Tar sul “caso” Alpina, si leva l’appello del senatore leghista Stefano Candiani: «L’aeroporto sta tornando a crescere, il ministro Delrio prenda posizione per tutelarlo».

La preoccupazione dei senatori della Lega Nord Stefano Candiani e Jonny Crosio per la sentenza del Tar sul subappalto dell’assistenza a terra viene messa nero su bianco in un’interrogazione al ministro delle infrastrutture Graziano Delrio. Il tribunale amministrativo ha infatti respinto il ricorso presentato da Sea, la società che gestisce lo scalo della brughiera, contro il via libera concesso da Enac all’accesso sulle piste e sul piazzale della cooperativa Alpina, la società a cui si appoggia Ryanair già ad Orio al Serio, che ha ottenuto il servizio in subappalto da Ags.

Alpina sarebbe la prima coop a lavorare nel carico, scarico e smistamento bagagli a Malpensa. Secondo il Tar della Lombardia, infatti, «il parziale subappalto di una delle attività di assistenza a terra già effettivamente svolte da un operatore autorizzato non pare costituire, di per sé, un elemento di significativo aggravamento dei denunciati fenomeni di congestione sul sedime aeroportuale». Come già le sigle sindacali dell’handling, che hanno chiesto ad Enac di rinviare l’autorizzazione ad Alpina fino a che non si sarà pronunciato il Consiglio di Stato sull’annunciato ricorso di Sea, si mobilita anche la politica, preoccupata da quello che potrebbe essere un colpo per l’occupazione in aeroporto.

«Troviamo assurdo interrompere la crescita di Malpensa - dichiara il senatore leghista Stefano Candiani - L’ipotesi di un subappalto di una delle attività di assistenza di Malpensa ci preoccupa molto. Vogliamo ricordare al governo e ad Enac che in Lombardia abbiamo tre aeroporti che funzionano benissimo con i loro rispettivi management, cosa inconsueta per chi invece frequenta l’aeroporto di Fiumicino. L’aeroporto di Malpensa, in particolare, ha intrapreso un iter virtuoso e, nonostante sia stato pesantemente penalizzato nel 2007 dal governo Prodi, ha saputo risollevarsi con ottimi risultati oggi evidenti a tutti. Governo ed Enac facciamo quindi attenzione a non pregiudicare questo processo positivo costruito con fatica e lavoro. Basta mettere i bastoni tra le ruote alle eccellenze. Per questo presenteremo un’interrogazione al ministro Delrio per sollecitare una sua presa di posizione che tuteli l’aeroporto di Malpensa».


© RIPRODUZIONE RISERVATA