Comune e Ascom a braccetto. Per mettere freno alla piaga dei furti
Una delle vetrine scassinate dai ladri

Comune e Ascom a braccetto. Per mettere freno alla piaga dei furti

Esercizi commerciali cittadini nel mirino. Come difendersi? Grazie al bando

SARONNO - Emergenza furti, scendono in campo sia l’Amministrazione comunale che Ascom. Tanti gli episodi segnalati e così i rappresentanti del Comune ma anche della locale associazione commercianti si stanno adoperando per trovare una soluzione ai problemi che si sono verificati visto che nell’ultima settimana una decina di esercizi commerciali sono stati oggetto di furti notturni.

In campo

L’assessore al commercio Francesco Banfi e il consigliere dell’Ascom cittadina, Bruno Guffanti, in questi giorni hanno personalmente fatto visita ad alcuni dei commercianti che hanno subìto i furti: «Per la maggior parte dei casi si è trattato di incursioni veloci, per rubare il poco denaro contenuto nei cassetti, come i fondo cassa. Per fortuna nella stragrande maggioranza dei casi gli importi sottratti sono stati lievi, superati per natura economica dai danni che hanno riguardato le strutture, serrande o vetri degli ingressi mentre all’interno quasi ovunque non è stato toccato nulla, nessun genere alimentare o di consumo è stato asportato» afferma l’assessore.

A quanto sembra sono stati presi di mira esercizi sprovvisti di sistemi antifurto. «C’è la possibilità, a questo proposito, di accedere a un apposito bando regionale sulla sicurezza - spiegano dalla locale associazione commercianti – consigliamo dunque ai negozianti che ne sono sprovvisti di fornirsi di un sistema di controllo per limitare questi episodi, sapendo appunto che ci sono dei fondi dai quali poter attingere». Continua invece l’assessore: «Il consiglio, in caso di furto, è di denunciare il fatto ai carabinieri, che sappiamo essere parecchio attivi sul fronte investigativo e che per questo ringraziamo. O di provvedere con una segnalazione alla polizia locale».

Mezzi potenziati

La giunta, su impulso del sindaco Alessandro Fagioli, ha esteso il sistema di videosorveglianza cittadino e il sindaco ha più volte espresso la volontà di aumentare la dotazione degli strumenti in possesso ad esempio della polizia locale, spesso comunque fatta oggetto di vandalismi che certo non contribuiscono a favorire spese per gli investimenti.

«Di prossima installazione saranno alcuni punti di ultima generazione per quanto concerne la videosorveglianza, che sarà ulteriormente migliorata - conclude Banfi - Vorrei anche segnalare l’importanza del bando sulla sicurezza finanziato dalla Regione Lombardia e dal sistema camerale: le associazioni di categoria saranno al fianco dei commercianti per la compilazione, che noi sosterremo».


© RIPRODUZIONE RISERVATA