Obiettivo sempre meno incidenti. Il Comune ora scende in campo
Più attenzione sulle strade, soprattutto per i pedoni (Foto by Archivio)

Obiettivo sempre meno incidenti. Il Comune ora scende in campo

Dopo i sette investimenti in due settimane in arrivo nuovi dispositivi sulle strade a Saronno

SARONNO - L’amministrazione comunale scende in pista sulla sicurezza stradale, dopo i recenti problemi dovuti all’investimento di alcuni pedoni. Ma nulla è stato lasciato al caso e diversi sono anche i progetti futuri.

Uno dei prossimi interventi potrebbe essere quello di migliorare, con un’idea sperimentale, gli attraversamenti pedonali, soprattutto quelli nelle zone più a rischio e magari meno illuminati: alcuni di questi nei prossimi mesi saranno segnalati con degli speciali faretti laterali, attivati da un apposito pulsante a disposizione dei pedoni. In questa maniera gli automobilisti di passaggio sarebbero avvisati per tempo dell’arrivo di chi vuole attraversare le strisce pedonali, rallentando o fermandosi. «Si tratta di un progetto sperimentale, una proposta avanzata dall’Aci – spiega l’assessore ai lavori pubblici, Dario Lonardoni – che stiamo valutando e che nei mesi prossimi metteremo in pratica in alcune zone sensibili. Un intervento a costo zero, lo valuteremo e poi penseremo a come estenderlo, nell’eventualità, anche in altre zone della città».

Nelle ultime due settimane si erano verificati ben sette casi di investimento dei pedoni in varie zone della città, alcuni addirittura sulle strisce pedonali. Va anche detto però che molti di questi episodi sono imputabili agli automobilisti, che non hanno visto in tempo le persone poi investite e comunque i dati parlano chiaro: non c’è stato un aumento degli incidenti di questo tipo negli ultimi anni. Nel 2014 si sono verificati incidenti che hanno coinvolto 34 pedoni e 27 ciclisti, nel 2015 invece 27 incidenti per entrambe le categorie, nel 2016 sono stati 21 gli incidenti con pedoni e 38 con ciclisti mentre quest’anno e fino a questo momento ci sono stati 24 sinistri con coinvolte biciclette e 25 quelli con i pedoni.

«I rifacimenti di marciapiedi e strade sono all’ordine del giorno e non si possono nemmeno più elencare tutti gli interventi svolti – commenta il sindaco Alessandro Fagioli - Le strisce pedonali colorate per far apparire evidente all’automobilista di prestare attenzione e i restringimenti stradali in corrispondenza delle strisce pedonali in via Pellico, piazza Cadorna e piazza Borella sono solo alcuni degli ultimi interventi realizzati. Il progetto pilota, nel quartiere senza marciapiedi tra San Francesco e le Orsoline, è stato presentato per la prima volta in commissione opere pubbliche ad inizio 2016. Per la sicurezza c’è molto da fare e servono ingenti risorse economiche che stiamo cercando».


© RIPRODUZIONE RISERVATA