Bombe di fiori a sorpresa. Un regalo dal Sud Africa
Nicole e Manuele Vessio sono fioristi innamorati di Mustonate e Varese

Bombe di fiori a sorpresa. Un regalo dal Sud Africa

Mustonate - Nicole e Manuele Vessio sono arrivati 8 mesi fa da Città del Capo. Qui hanno unito affari e dolcezza

Pioveva e alcune signore aspettavano l’autobus sotto la pensilina, vicino al mercato di piazzale Kennedy, quando un uomo e una donna si sono avvicinati e hanno consegnato a ognuna di loro un mazzolino di fiori. Le signore, perplesse, non volevano accettare quel cadeau perché pensavano che, prendendolo, dovessero pagare. Ma, non appena si sono convinte e hanno preso i fiori, i due si sono allontanati senza chiedere nulla in cambio. Altro fatto strano: qualche giorno fa una persona ha legato la sua Graziella a un palo e ha ritrovato nel cestino dei fiori. Bouquet, inoltre, vengono offerti alle persone nei momenti più impensati, magari mentre prendono il caffè al bar. Chi c’è dietro a tanta generosità? Lo abbiamo chiesto proprio ai misteriosi fioristi, che si chiamano Nicole e Manuele Vessio. Sono marito e moglie e la distribuzione di fiori deriva da un loro convinzione: «Dà più soddisfazione regalare i fiori che riceverli, perché il sorriso della persona che riceve i fiori ti riempie di gioia». Come bersagli per le “bombe di fiori”, la definizione è dei due coniugi, vengono scelte persone e situazioni che emozionano, privilegiando i comportamenti “ecologici” e a basso impatto ambientale, come spostarsi con i mezzi pubblici o in bicicletta. Alcuni mazzolini, però, vengono consegnati a persone a caso, ma con un obiettivo preciso: «Ringraziare la città». «Si, perché ci siamo trasferiti a Mustonate otto mesi fa da Città del Capo e ci siamo trovati subito molto bene – spiegano Nicole e Manuel - Le persone ci hanno fatto subito sentire a casa e hanno accolto le nostre figlie a scuola. I fiori esprimono riconoscenza». Nicole è nata proprio a Città del Capo, mentre Manuele è italiano, ma ha vissuto gran parte della vita in Sud Africa, Paese con cui continua ad avere rapporti lavorativi. Proprio grazie ai fiori, inoltre, la coppia ha avviato un piccolo business: «Andiamo a prenderli al mercato di Cerro o di Milano alle cinque del mattino ogni settimana – spiegano – Scegliamo i più belli. Poi li vendiamo su internet, nel sito www.fioriquotidiani.com». Si tratta di un’attività ideata da Nicole, che è botanico e architetto del paesaggio, pensata apposta per semplificare il dono di un mazzolino di fiori che è quanto di più spontaneo esista. Collegandosi al sito, in pochi minuti, si può acquistare il mazzo e indicare l’indirizzo a cui deve essere consegnato. «Mi piace creare composizioni originali, usando materiali naturali, cose che ricordano il più possibile un semplice mazzo di fiori avvolto in un foglio di giornale». I fiori possono essere consegnati a Varese e nei paesi limitrofi. Il servizio, tutto compreso, costa 20 euro. Tutti gli ordini inoltrati prima delle 14 vengono evasi il giorno stesso. Nel sito si trovano anche suggerimenti per conservare il mazzolino più a lungo possibile. «Stiamo avendo moltissimo successo grazie anche alla nostra pagina Facebook Fiori Quotidiani Varese - confermano - Ogni tanto finiamo i fiori perché la domanda supera le nostre previsioni».


© RIPRODUZIONE RISERVATA