Chiuso un locale senza autorizzazioni. Giro di vite notturno della Polizia a Varese
Controlli a tappeto della Polizia di Stato (Foto by Archivio)

Chiuso un locale senza autorizzazioni. Giro di vite notturno della Polizia a Varese

Gli agenti della Questura di Varese hanno effettuato una serie di controlli durante le ore delle movida serale

VARESE - Movida sicura a Varese e in tutta la provincia: controlli a tappeto in numerosi locali cittadini.

In campo gli uomini della polizia di Stato della Questura di Varese: chiuso un locale privo di numerose autorizzazioni. Scattate sanzioni per un ammontare complessivo di 7 mila euro. Con la stagione estiva infatti non si ferma, anzi prosegue forse ancora più intensa, l’attività di prevenzione sia per garantire la sicurezza delle serate di svago, sia a evitare furti e altri reati tipici del periodo di esodo estivo.

Nella notte tra venerdì e sabato, personale della squadra di polizia amministrativa, equipaggi della Mobile, della Volante e della Polstrada, con il supporto di unità cinofile della guardia di finanza di Malpensa ha controllato tre locali notturni ed esercizi pubblici tra Varese e Azzate. In via Tagliamento è stato chiuso un esercizio pubblico risultato privo di qualsiasi autorizzazione, fra l’altro, la scorsa settimana, già teatro di una rissa tra sudamericani. Nel caso specifico un gruppo di stranieri aveva iniziato a litigare all’interno del locale per futili motivi.

A concorrere a surriscaldare gli animi ha contribuito in maniera significativa l’alcol ingollato dai partecipanti al pestaggio nell’arco della serata.

Dalle parole i litiganti erano passati ai fatti con pugni, calci, grida e l’ormai classica minaccia di spaccare una bottiglia di birra in testa a qualcuno. A questo, che già basterebbe visto quanto previsto dal testo unico di pubblica sicurezza a far scattare la sospensione della licenza amministrativa, va ad aggiungersi l’ancor più grave fatto di aver aperto un locale sprovvisto di qualunque tipo di permesso. In danno, tra l’altro, a chi invece gestisce i locali in modo serio, e si tratta della maggior parte degli esercenti cittadini che per ottenere tutte le autorizzazioni dovute per legge (comprese anche quelle mirate a garantire sicurezza agli avventori) investe tempo e denaro. Tempo e denaro che chi aggira le norme invece crede di aver risparmiato almeno sino al primo controllo.

E i controlli diventano sempre più capillari in tutto il territorio. Ad Azzate è stato controllato un bar-ristorante, segnalato dagli abitanti della zona per i frequenti schiamazzi notturni. Controlli approfonditi anche in una discoteca in riva al Lago di Varese: anche in questo caso erano stati alcuni cittadini a lamentarsi del rumore causato dall’attività del locale.

All’esito dei controlli amministrativi sono state elevate 13 contravvenzioni per un totale di quasi settemila euro di sanzioni. Si tratta di una somma complessiva con diverse sanzioni elevate ai locali trovati fuori norma.


© RIPRODUZIONE RISERVATA