Il Bernascone in mostra alla Fiera. E parte ufficialmente la raccolta fondi

Il Bernascone in mostra alla Fiera. E parte ufficialmente la raccolta fondi

La storia del campanile della basilica di San Vittore è stata allestita nel padiglione istituzionale della kermesse alla Schiranna

VARESE - Scoprire la storia del campanile di San Vittore andando in Fiera.

È stata allestita nel padiglione istituzionale la mostra “Il campanile sopra Varese”, alla kermesse alla Schiranna, e sarà visitabile fino al 17 settembre. Contemporaneamente è stata lanciata l’iniziativa di raccolta fondi.

«Sarà possibile visitare l’esposizione per conoscere meglio un pezzo fondamentale della storia della città di Varese - spiegano gli organizzatori - l’obiettivo dei curatori, Giorgio Vassalli, Giovanni Meschini e Alberto Bianchi, è quello di mettere in evidenza la situazione del campanile, alla luce degli studi commissionati nei mesi scorsi, e le linee guida dei lavori che saranno svolti».

La mostra è costituita da 12 i pannelli descrittivi e fotografici che consentono una facile visione dello stato di avanzamento delle indagini, iniziate nel 2009, relative allo stato di degrado della torre campanaria.

Un video di 15 minuti, trasmesso in continuazione, mostrerà al visitatore una veduta ad oggi del tutto inusuale e ravvicinata fornendo l’opportunità di apprezzare le qualità formali del monumento, dai decori alle volute.

Sarà poi possibile vedere la riproduzione del disegno del campanile, di norma conservato nell’archivio prepositurale della Basilica di san Vittore, realizzato dall’architetto Giuseppe Bernascone detto “il Mancino” e una copia del disegno originale dell’architetto Bruno Ravasi - gentilmente concessa dal figlio Giovanni – eseguita nel 1928. Parte in contemporanea, proprio dalla Fiera, l’iniziativa “Una pietra per il Bernascone”, la raccolta fondi per il restauro campanile in collaborazione con Rossi Di Angera.

Per i 400 anni del celebre monumento la storica e prestigiosa azienda del territorio sosterrà i lavori proponendo una grappa speciale in soli 1617 pezzi numerati. Per ritirare la propria “pietra” , dare il contributo e di conseguenza inserire il proprio nome nel Registro Ufficiale dei sostenitori è possibile rivolgersi gli uffici parrocchiali di piazza Canonica, 7 (dalle 9 alle 12 e dalle 15.00 alle 18 dal lunedì al venerdì e sabato dalle 9 alle 12).

© RIPRODUZIONE RISERVATA