Il Presepe Vivente illumina il cuore dei varesini
L’edizione 2015 del Presepe Vivente (Foto by archivio)

Il Presepe Vivente illumina il cuore dei varesini

Un appuntamento tradizionale quello di venerdì 23 dicembre alle 15.30 con la Sacra Rappresentazione

Un momento di tradizione, di spiritualità, di approfondimento e di cultura. Venerdì 23 dicembre, alle 15.30, torna in San Vittore il Presepe Vivente di Avsi. L’evento – diretto dal regista Andrea Chiodi e da più di cento volontari Avsi - quest’anno si intitola «Veni per Mariam», ed è dedicato alla figura di Maria. Il copione della pièce è moderno, vi si sente l’eco dei testi di Giovanni Testori e di Alda Merini.

«Abbiamo scelto di parlare di Maria, colei che aspetta Gesù. I ragazzi faranno a Maria alcune domande sul significato che assume portare in grembo un bambino che cambierà la storia e sul senso dell’annunciazione, della visitazione e della nascita – spiega Angela Dematté, attrice che impersonerà Maria – Saranno i ragazzi degli scouts dell’Aggs Varese 2, alcuni dei quali reciteranno, altri presenzieranno, a raccontare il vero significato del Natale. Tutte le volte che si ripete il Presepe vivente ci sono persone che pensano che l’evento costi moltissimi soldi, invece è una rappresentazione fatta da un popolo che si mette insieme per costruire e raccontare ciò che percepisce come necessario».

«Con tutto quello che sta accadendo ad Aleppo, mi sono domandata che significato rivesta il nostro Presepe vivente – afferma Patrizia Reggiori Clerici, una dei responsabili della Fondazione Avsi Varese – La mia risposta è che non siamo qui ad aprire una parentesi buonista natalizia, non è il recupero del folclore religioso, ma è la possibilità di esprimere una esperienza di positività e di bellezza che si crea a partire dalla rincarnazione di Dio. E’ una cosa piccola e grandissima, che se accolta e ospitata, può generare un cambiamento della realtà».

Fondazione Avsi è una Ong attiva e presente da oltre 40 anni nella cooperazione nel sud del mondo. Quest’anno la campagna di raccolta fondi di Avsi si intitola “al lavoro per cambiare passo #rifugiati-migranti” e ha l’obiettivo di sostenere progetti di prima accoglienza, formazione e lavoro, e sanità per i migranti in tanti Paesi, tra cui l’Italia.

Avsi collabora con il Banco Alimentare Non Solo Pane, che è presente in Corso Matteotti per la vendita di presepi tradizionali. Contemporaneamente sarà possibile ricevere maggiori informazioni su Avsi in un banchetto dove si potranno acquistare a scopo beneficio panettoni artigianali offerti da pasticcerie varesine, da Ubi Banca e dal Gruppo Fantinato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA