Ladri all’ospedale di Circolo: rubate attrezzature per un valore di 300 mila euro

Ladri all’ospedale di Circolo: rubate attrezzature per un valore di 300 mila euro

L’ospedale aveva preso misure precauzionali che non sono bastate. «Questa è opera di professionisti che agiscono su commissione» osserva Bravi

Ladri all’ospedale di Circolo: rubate attrezzature per un valore di 300 mila euro. I malviventi hanno agito l’altro ieri notte sottraendo ben dodici endoscopi dei tredici che costituivano la dotazione del reparto. Non sono invece riusciti a sottrarre i colonscopi, a cui pure ambivano. Con l’unico endoscopio rimasto, i gastroenterologi del Circolo potranno eseguire solo gli esami urgenti, riprogrammando gli appuntamenti previsti per la prossima settimana in attesa della consegna dei nuovi strumenti che sostituiranno quelli rubati. I pazienti coinvolti saranno contattati personalmente dal reparto. L’ospedale aveva adottato delle misure precauzionali. «Purtroppo, queste misure non sono bastate – commenta amareggiato il Direttore generale della ASST dei Sette Laghi, Callisto Bravi – e anche Varese è entrato a far parte del nutrito novero di Ospedali colpiti da questo tipo di furti. Deve trattarsi di professionisti, che si muovono su commissione: i 12 endoscopi rubati, infatti, difficilmente saranno utilizzati in Italia. Ma quanto accaduto spiace ancor di più perché si ripercuote sui pazienti, dal momento che, in attesa di riacquistare le apparecchiature, dovremo riprogrammare tutti gli esami non urgenti. Tengo quindi ad esprimere il mio rammarico a tutte le persone coinvolte, garantendo che faremo il possibile per ridurre al minimo i tempi necessari per superare questa situazione,pur con la difficoltà a reperire la strumentazione visti i ripetuti furti in Lombardia ».

Tutti gli approfondimenti sul giornale in edicola domani, lunedì 12 dicembre.


© RIPRODUZIONE RISERVATA

Telegram Ti è piaciuto quest’articolo? Iscrivendoti al servizio Telegram, potrai ricevere le notizie più importanti direttamente sul tuo smartphone. Clicca qui per iscriverti