Niente caccia al Campo dei Fiori per un anno. Galimberti si fa megafono di tanti bambini
Galimberti: «Chiediamo lo stop fino al 31 dicembre 2019»

Niente caccia al Campo dei Fiori per un anno. Galimberti si fa megafono di tanti bambini

Decine di disegni di piccoli varesini hanno spinto il sindaco a lasciare la richiesta in mano a Maroni

Sospendere la caccia nel Parco del Campo dei Fiori. Questa la richiesta di cui il Comune di Varese si fa portavoce, ma che in realtà arriva dai bambini della Città Giardino.

Nei giorni scorsi infatti sono arrivate a Palazzo Estense decine di disegni degli alunni delle scuole di Varese, e in particolare della Canziani, che contenevano un messaggio chiaro e semplice: prorogare la sospensione della caccia al Campo dei Fiori ferito dall’incendio e salvaguardare i tanti animali che già hanno sofferto a causa delle fiamme e della perdita del loro habitat naturale.

La voce dei bambini è stata portata dal sindaco Davide Galimberti al presidente della Regione Roberto Maroni, nella serata di martedì, durante il consiglio comunale che ha visto la premiazione degli eroi della montagna.

«L’incendio al Campo dei Fiori ha profondamente colpito la nostra comunità – ha detto Galimberti - e in particolare non è passato inosservato agli occhi dei bambini della scuola Canziani di Varese e di tanti altri bambini che attraverso simpatici disegni hanno dimostrato una sincera attenzione nei confronti dei loro amici animali, chiedendo di farmi portavoce della richiesta di prorogare la sospensione della caccia nei territorio danneggiati. Ieri sera durante il Consiglio comunale ho consegnato la richiesta dei bambini nella mani del presidente Maroni». Il sindaco chiede quindi ufficialmente una proroga del divieto di caccia di oltre due anni, fino al 31 dicembre 2019.

«Sono stato particolarmente colpito da questa sensibilità e da queste richieste – ha aggiunto - e ritengo che sia doveroso non lasciare inascoltato il messaggio pervenuto, che pur nella semplicità della sue forme, esprime una forte richiesta di salvaguardia del nostro patrimonio naturale che tutti dovremmo condividere. Ho invitato la Regione a valutare la possibilità di prorogare almeno sino al 31 dicembre 2019, fatte salve le misure previste per il contenimento delle specie dannose o pericolose per l’incolumità dell’uomo».

Sull’argomento interviene anche il segretario cittadino del Pd Luca Paris.

«La richiesta – spiega Paris - che ho inoltrato, per conoscenza, alla Provincia di Varese, arriva dopo la mozione da me presentata alcuni giorni fa al Consiglio Provinciale, per chiedere la sospensione dell’attività venatoria per un periodo biennale. La richiesta è accompagnata dai disegni di tantissimi bambini delle scuole elementari varesine inviati nelle settimane scorse al sindaco, che chiedono di fermare la caccia nei luoghi dove si sono verificati gli incendi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA