Restyling pronto. Entro fine 2018 la nuova casa dei nostri atleti?
Ieri sera si è riunita la commissione Lavori Pubblici. Il costo del progetto è di circa 3 milioni di euro e prevede spogliatoi nuovi, il rifacimento del manto della pista forse una tribuna (Foto by Varese Press)

Restyling pronto. Entro fine 2018 la nuova casa dei nostri atleti?

L’assessore Civati: «A maggio i primi lavori. Alzeremo la qualità della struttura sportiva»

Il nuovo campo sportivo di Calcinate degli Orrigoni potrebbe vedere la luce entro la fine del 2018, se i lavori procederanno alla svelta. La commissione Lavori pubblici, nella seduta di ieri sera, ha fatto il punto sull’iter dell’opera, che prevede la riqualificazione della pista di atletica, chiesta da tempo dagli sportivi che frequentano il campo, oltre a una serie di nuovi interventi, come la realizzazione di un tunnel coperto di circa 100 metri di lunghezza e 10 di larghezza, con un rettilineo di 80 metri circa e 30 per la decelerazione, la sistemazione degli spogliatoi e la realizzazione anche di nuovi.

La convocazione della seduta della commissione era stata richiesta dal capogruppo di Forza Italia Simone Longhini, per conoscere i tempi di realizzazione. «Questa progettualità la conosciamo da tempo – ha dichiarato Longhini - Era partita con la precedente amministrazione. L’obiettivo è comune quindi è importante conoscere il cronoprogramma, per sapere come si può interagire con l’attività sportiva e agonistica delle varie realtà».

L’assessore ai Lavori pubblici Andrea Civati (Pd), insieme ai tecnici del Comune, ha quindi fatto il punto della situazione. «Si tratta di una struttura che porterà ad un notevole salto di qualità dell’impianto – ha detto Civati - Consentirà l’allentamento anche in inverno e ospiterà atleti di livello sempre più importante, dal momento che riuscirà a rispondere ad esigenze superiori rispetto a quelle odierne». Il rifacimento del manto della pista di atletica verrà realizzato durante il periodo festivo di agosto 2018, essendo «l’unico periodo in cui si possono realizzare i lavori senza fermare o penalizzare l’attività sportiva». Al contrario, le altre opere potranno partire anche prima, «perché i cantieri potranno funzionare senza creare eccessivi disagi».

L’opera totale, secondo il progetto definitivo, realizzato da un’impresa individuata con bando pubblico, ha visto l’aumento dei costi di circa 400mila euro, passando quindi da circa 2,5 a poco meno di 3 milioni di euro. Questo per una serie di modifiche e implementazioni, tra cui l’aggiunta di nuovi spogliatoi e della possibile realizzazione futura di una tribuna. I pareri favorevoli dalle federazioni, dai Vigili del Fuoco e da Ats sono arrivati quasi tutti, manca solo un ultimo passaggio di approvazione per il materiale della pista di atletica, che è stato modificato rispetto a quello scelto inizialmente, optando per uno più drenante.

I lavori dovrebbero quindi partire a maggio 2018. La ditta avrà nove mesi di tempo per chiudere il cantiere. Ma l’auspicio dell’amministrazione è che i lavori possano essere ultimati entro la fine del nuovo anno.


© RIPRODUZIONE RISERVATA