Si guarda alla sicurezza dei bambini: «Servono volontari per attraversare»
Varese 10 agosto 2017 scuola Giovanni bosco via brusca sopralluogo Galimberti e mirabelli per lavori in corso (Foto by Varese Press)

Si guarda alla sicurezza dei bambini: «Servono volontari per attraversare»

I genitori di entrambe le scuole di Varese esprimono preoccupazione per i tagli operati recentemente dall’assessorato ai Servizi Sociali

VARESE - Il sopralluogo ai cantieri delle nuove Canziani ed Addolorata ha lasciato soddisfatti sia il sindaco Galimberti Davide sia Fabrizio Mirabelli, che hanno ricordato il diritto per i bambini e le famiglie di avere scuole belle e sicure, e come finalmente dopo tanti anni ci si stia avviando a questa impresa. E proprio nell’alveo del discorso sicurezza si muove ora la richiesta dei genitori di entrambe le scuole, che si preoccupano che i volontari per l’attraversamento pedonale siano mantenuti in entrambi i casi visto i recenti tagli operati dall’assessorato ai Servizi Sociali.

«Il nostro nonno addetto alla sicurezza – spiega Riccardo Ballerio, presidente dell’associazione genitori dell’Addolorata– ha sempre svolto un ottimo lavoro: purtroppo non si è più presentato dopo l’ultimo Natale. Speriamo ardentemente che venga rimesso al suo posto, o lui o qualcun altro, perché ora che dall’ingresso di via Como si accrescerà il numero di bambini, necessariamente aumenterà anche quello delle macchine che circoleranno». Le due scolaresche verranno fatte entrare dal medesimo ingresso della Mazzini ma separatamente, ossia a breve distanza temporale fra di loro per consentire non solo un maggior ordine all’inizio delle lezioni ma anche per non affaticare la circolazione e non creare il congestionamento della traversa di via Milano alla quale peraltro non si accede direttamente ma facendo il giro dal centro, da piazza Repubblica entrando per via Avegno: un percorso macchinoso che necessiterà sicuramente di un addetto alla sicurezza stradale. Dello stesso avviso Serena Raia, la presidentessa dell’Associazione “Mia Canziani”. «Avevamo la nostra volontaria, la nonna Anna, che abitava nel quartiere e ci aiutava con il traffico all’ingresso a scuola. Era con noi da svariati anni ed il suo servizio era veramente importante. Lo sarà ancora di più ora, anzi la sua presenza sarà veramente necessaria perché ci troveremo a gestire l’attraversamento di una strada estremamente trafficata nelle ore di punta, il viale Aguggiari: per di più con un’ottantina di bambini che scenderanno dalle navette messe a disposizione dal Comune e scarsa possibilità di parcheggio nei dintorni eccetto quei pochi presso la chiesa di Massimiliano Kolbe e i giardini dall’altra parte del viale». L’accesso a via Busca, traversa del viale a sinistra immediatamente dopo il semaforo nei pressi della Kolbe per chi arriva dal centro cittadino, è limitato ed interdetto agli autoveicoli negli orari di ingresso ed uscita a scuola: un budello nel quale si riesce con difficoltà a far manovra.


© RIPRODUZIONE RISERVATA