L’inciviltà non risparmia Gavirate: anche uno stendino abbandonato in un parcheggio
L’ultimo “inquilino” trovato nel parcheggio del cimitero a Gavirate

L’inciviltà non risparmia Gavirate: anche uno stendino abbandonato in un parcheggio

Rabbia e indignazione a Gavirate per l’ennesimo abbandono di rifiuti. E la vegetazione ci mette del suo...

Un altro episodio di abbandono di rifiuti sul territorio comunale di Gavirate, mentre alcuni utenti della pista ciclopedonale denunciano l’incuria che regna sulla parte gaviratese del tracciato. Lo scempio questa volta si è verificato non alla stazione ferroviaria come accaduto nelle scorse settimane, ma nella zona del cimitero di Gavirate, nella zona verde, in mezzo ai cespugli, che circondano il vicino parcheggio. Tra l’immondizia abbandonata nell’erba e nella siepe si scorge persino uno stendibiancheria, pezzi di legno e anche un sacco contenente laterizi. Rifiuti tipicamente casalinghi che qualche incivile ha pensato bene di abbandonare, incurante del mancato rispetto dell’ambiente e persino del fatto di essere nelle vicinanze di un luogo sacro.

L’episodio è stato denunciato sulla pagina Facebook “Gavirate Viva” generando la comprensibile indignazione dei gaviratesi. Nella zona dovrebbero essere attive delle telecamere, che potrebbero rivelarsi utili per individuare i responsabili. Sempre su Facebook, è arrivata la denuncia di diversi cittadini utenti della pista ciclopedonale attorno al lago di Varese. I gaviratesi sottolineano l’incuria in cui versa una parte del tracciato, in particolare proprio del tratto che passa sul territorio comunale di Gavirate.

La vegetazione circostante la pista, sia dalla parte delle rive del lago sia da quella opposta stanno in alcuni punti invadendo la zona riservata al passaggio di ciclisti e pedoni, con problemi non solo di decoro urbano ma anche di sicurezza, legata a questioni di visibilità. Gli utenti sottolineano come non sia la prima volta che questo tratto di pista ciclabile, in particolare il tratto che collega Gavirate con Bardello, sia un po’ lasciato a se stesso. Su Facebook si è scatenato un dibattito relativo a chi debba competere la pulizia e la manutenzione della pista ciclopedonale.

«La competenza è della Provincia - ha ricordato sul social network la consigliera comunale Roberta Bogni - il Comune sollecita spesso e segnale il degrado presente sulla pista». Alcuni cittadini che già si occupano, volontariamente, di tenere pulite alcune zone del territorio gaviratese altrimenti preda del degrado, stanno pensando di organizzare qualcosa di analogo per la pista ciclabile. Fatto sta che, proprio durante questo periodo, con la pista ciclopedonale presa d’assalto, alcune parti del tracciato, come quella di Gavirate, non sono curate.


© RIPRODUZIONE RISERVATA