Sì alla bonifica della discarica di Travedona. Con 500mila euro della Regione
La discarica abbandonata fu ritrovata nel 2009 durante degli scavi

Sì alla bonifica della discarica di Travedona. Con 500mila euro della Regione

L’ente coprirà integralmente i costi dell’operazione

TRAVEDONA MONATE - Un finanziamento regionale da 578 mila euro per il Comune di Travedona Monate da parte della giunta regionale della Lombardia. La Regione coprirà integralmente i costi della bonifica di una discarica abbandonata, che si trova in località Bosco Grosso, rinvenuta casualmente nel 2009, durante dei lavori di scavo; un ritrovamento che ovviamente fece scalpore, vista la delicatezza della questione e il danno ambientale prodotto dai vari rifiuti che da anni giacevano sotto terra. «Sin dal giorno del ritrovamento della discarica ci siamo impegnati per risolvere questo problema, anche perché l’amministrazione comunale, come abbiamo più volte dimostrato, tiene molto alla tutela dell’ambiente e del nostro territorio» afferma il sindaco Andrea Colombo.

Già dal 2009 è iniziato un percorso di collaborazione e di condivisione con Regione Lombardia per affrontare insieme il delicato e costoso progetto di bonifica dell’area boschiva; con le sue sole forze economiche, il Comune di Travedona molto difficilmente avrebbe potuto affrontare l’intervento. «Il progetto di bonifica è comprensibilmente complesso - prosegue il primo cittadino - Rifiuti che da anni giacevano sotto terra non potevano essere spostati con delle semplici ruspe, anche per la vicinanza alle falde acquifere e per salvaguardare l’ambiente circostante».

Come si legge nella delibera di giunta regionale approvata nella seduta di lunedì, i 578 mila euro sono destinati agli interventi di messa in sicurezza e ripristino ambientale dell’ex discarica rinvenuta in località Bosco Grosso.

«La discarica probabilmente risale agli anni Settanta, per poi essere dimenticata - spiega il sindaco - I problemi vanno affrontati e non seppelliti sotto terra; è un dovere per un’amministrazione comunale, nei confronti delle future generazioni». La collaborazione tra istituzioni, in questo caso Comune e Regione, ha dato ottimi frutti.

«Desidero ringraziare il presidente Maroni, la sua giunta, i tecnici per l’attenzione dimostrata nei confronti del territorio - conclude Colombo - un piccolo Comune da solo, non avrebbe potuto gestire un problema di questa portata».

Grande soddisfazione anche per l’assessore regionale varesina Francesca Brianza, che ha seguito la vicenda dell’ex discarica da vicino. «L’impegno della Regione per il ripristino ambientale della zona interessata è stato concreto - dichiara l’assessore Brianza - l’attenzione della Regione per l’ambiente e il territorio è sempre massima; sono doppiamente soddisfatta perché questo importante finanziamento arriva in provincia di Varese». Esempio virtuoso di collaborazione tra istituzioni pubbliche.

«Con il Comune di Travedona Monate abbiamo intrapreso sin dall’inizio un percorso condiviso» conclude la Brianza.


© RIPRODUZIONE RISERVATA