Baldioli, l’uomo con le ali

Baldioli, l’uomo con le ali

Il 18 novembre 1917 l’aviatore luinese segnò il record di velocità negli Usa: la sua impresa verrà commemorata

LUINO - Sono passati esattamente cento anni, dal record aereo di velocità negli Stati Uniti realizzato dal pilota varesotto Attilio Baldioli, originario del luinese, per la precisione di Agra, di cui fu anche sindaco.

Record stabilito il 18 novembre del 1917 e che sarà ricordato con una manifestazione organizzata dal Comune di Luino, esattamente un secolo dopo, nel centenario di quell’impresa, ovvero il 18 novembre del 2017. «Il Comune di Luino è onorato di celebrare la figura di Attilio Baldioli, talento dell’aviazione a livello mondiale - commenta il sindaco Andrea Pellicini - con le sue straordinarie imprese, Baldioli merita di essere ricordato al pari dei più grandi piloti del suo tempo, insieme a Gabriele D’Annunzio e a Francesco Baracca».

Nomi che certo non hanno bisogno di presentazioni o approfondimenti particolari e tra i quali merita di essere annoverato anche il varesotto Baldioli. L’evento che avrà luogo a Luino il prossimo 18 novembre, rappresenta un’occasione per conoscere più da vicino la storia del nostro territorio; un esempio anche per i giovani di oggi, affinché non smettano mai di sognare.

Attilio Baldioli non è soltanto l’uomo del record di velocità realizzato negli Stati Uniti; l’aviatore varesotto, “l’uomo con le ali” ha saputo donare il senso di libertà che gli apparteneva anche alle nostre valli, grazie alla sua intuizione di unire tra loro, con servizi di trasporto, i piccoli paesi dell’Alto Varesotto, permettendo alla gente di spostarsi con maggiore facilità e riuscendo anche a raggiungere persino Milano. Sabato 18 novembre, verranno illustrate al pubblico le varie attività svolte da Baldioli che fu pilota collaudatore di aerei militari e di acrobazia negli anni tra il 1915 e il 1918; detentore del record italiani di altezza, di quello di velocità negli Stati Uniti e protagonista delle esibizioni con lancio di fiori sulla Casa Bianca.

L’aviatore varesotto è ricordato anche come pilota della riserva di idrovolanti presso la 171esima squadriglia di bombardamento marittimo alla fine degli anni trenta e poi per la sua vittoria della Coppa Challange del Gruppo Volo Motore di Agno nel 1979.

Il racconto della vita avventurosa e affascinante di Baldioli sarà accompagnata da una rara documentazione fotografica dell’epoca. Attilio Baldioli fu anche insignito dell’onorificenza di Cavaliere Ufficiale e Commendatore della Repubblica Italiana; si dedicò anche alla politica amministrativa, ricoprendo la carica di sindaco del suo paese d’origine, Agra.

Nella sua lunga esistenza è stato non solo aviatore e sindaco, ma anche imprenditore e banchiere.


© RIPRODUZIONE RISERVATA