Cento anni dal record. Festa per Baldioli

Cento anni dal record. Festa per Baldioli

La cerimonia in Comune a Luino

Data importante quella del 18 novembre per la città di Luino; esattamente un secolo fa, il 18 novembre del 1917, Attilio Bartolomeo Baldioli, conquistava il record Usa di velocità. Per celebrare il centenario dell’impresa dell’aviatore nato a Omegna nel 1895 e morto a Luino nel 1995, all’età di 100 anni, ieri pomeriggio in municipio è stato organizzato un evento celebrativo.

Baldioli che era soprannominato “il cavaliere volante”, oltre che un formidabile pilota di aereo è stato anche un imprenditore, un banchiere e anche sindaco del piccolo Comune di Agra. A ripercorrerne l’avventurosa vita, davanti ad amici e parenti, è stato Alberto Preziosi, pronipote di Baldioli che con l’ausilio di alcuni filmati ha fatto rivivere in sala consiliare la figura dell’aviatore. Baldioli che è stato nominato Cavaliere Ufficiale e Commendatore della Repubblica, è stato prima di tutto un pilota di aereo militare, collaudatore e pilota durante la prima guerra mondiale.

Baldioli detiene vari record: quello di italiano di altezza, il record statunitense di velocità, oltre ad essere stato protagonista di alcune imprese come il lancio di fiori sulla Casa Bianca, oppure il lancio di volantini sulla quinta strada a New York per sollecitare l’intervento Usa nella Grande Guerra. È stato anche pilota della riserva di idrovolanti presso la 171ma squadriglia alla fine degli Anni 30. La sua straordinaria carriera termina nel 1979, a 84 anni, con la vittoria della Coppa Challange del Gruppo Volo Motore di Agno. Il racconto di Preziosi, il cui nonno era fratello di Baldioli, è stato accompagnato anche da una rara documentazione fotografica. «Il Comune è onorato di celebrare la figura di Baldioli che merita di essere ricordato al pari dei più grandi piloti del suo tempo» il commento del sindaco Andrea Pellicini.


© RIPRODUZIONE RISERVATA