Furto interrotto. È caccia ai complici

Furto interrotto. È caccia ai complici

Banda di ladri intercettata dai carabinieri. Uno di loro in manette

BESOZZO - Banda di ladri intercettata dai carabinieri: uno dei malviventi già in manette. È caccia nei boschi per i due complici.

I militari della stazione di Besozzo hanno bloccato il trio prima che potesse entrare in azione: probabilmente puntavano a villette e appartamenti tra Besozzo e dintorni. Ogni anno con l’avvicinarsi del periodo di Natale in tutta la provincia si registra una recrudescenza dei furti in abitazione. Questa volta i ladri sono stati bloccati prima che potessero entrare in azione.

Intorno alle 17.30 di ieri una pattuglia dei carabinieri di Besozzo ha intercettato una macchina sospetta con tre persone a bordo. L’auto incrociata dai militari in piazza a Besozzo. I militari hanno iniziato a seguire la vettura per un controllo. Quando l’autista si è reso conto della presenza dei militari ha dato gas. Ne è nato un rocambolesco inseguimento con i carabinieri sempre vicinissimi ai fuggiaschi.

Il trio ha quindi abbandonato l’auto al limitare dei boschi che circondano Besozzo cercando di nascondersi nel fitto degli alberi. Uno dei tre è già stato raggiunto e arrestato dai militari per resistenza a pubblico ufficiale e ricettazione.

L’auto sospetta è infatti risultata essere stata rubata alcuni giorni fa. Rubata con ogni probabilità per essere usata proprio per commettere dei furti senza correre il rischio di essere identificati. Sull’auto c’erano i fatti arnesi da scasso di ogni genere. L’arrestato è un giovane albanese è in corso l’identificazione.

I carabinieri sono impegnati in queste ore in una battuta di ricerca nei boschi, in campo anche un’unità cinofila dei carabinieri forestali, dei due complici dell’arrestato.

I ladri sono stati bloccati prima che potessero colpire accertamenti in corso anche per verificare se la banda possa essere collegabile ad altri furti messi a segno in provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA