La Svizzera a “lezione” su come fare un lungolago
Foto di gruppo sul lungolago dei sogni

La Svizzera a “lezione” su come fare un lungolago

Delegazione elvetica in città per esaminare il waterfront luinese tra architettura, urbanistica e agronomia

LUINO - Svizzera a “lezione” di lungolago a Luino; il Comune ha ospitato una delegazione di tecnici del Dipartimento del Territorio del Canton Ticino provenienti da Bellinzona. I rappresentanti svizzeri sono stati ricevuti in sala consiliare da Alessandra Miglio, assessore allo Sviluppo Economico a ai Parchi e dai tecnici comunali di Luino.

Cuore del turismo

La prima parte della riunione è stata dedicata ad una breve illustrazione dei progetti dell’amministrazione comunale luinese riguardante il waterfront, ovvero il progetto che dando un nuovo volto al lungolago della città. Dopo la “lezione” teorica, la delegazione elvetica è stata accompagnata sul lungolago per una visita della splendida zona.

La passeggiata è iniziata all’Info Point gestito dalla Canottieri Luino nella propria sede, fino alla spiaggia delle Serenelle; il tutto sotto un cielo terso e un gradevole sole settembrino. Le condizioni ideali insomma per gustare tutte le sfumature che il lungolago di Luino e il lago Maggiore possono offrire. Gli ospiti provenienti dal Canton Ticino hanno dimostrato di apprezzare molto i risultati ottenuti in questi anni dall’amministrazione comunale nella valorizzazione del lungolago che rappresenta il cuore del turismo; sponda del lago Maggiore che per una vasta parte è di proprietà pubblica.

A confronto

Il progetto comunale del waterfront prevede una riqualificazione complessiva e una ricucitura tra la città e il lago, che vede coinvolti diversi aspetti, architettonici, urbanistici, di design, di agronomia e di marketing urbano, con il verde come elemento motore.

La visita dei tecnici svizzeri è proseguita anche nel pomeriggio, arricchendosi di una gita in barca sul Maggiore. Grazie alla collaborazione del Circolo Velico con il suo presidente Giovanni Moroni e della Canottieri Luino con il suo presidente Luigi Manzo, gli ospiti elvetici hanno potuto avere una visione complessiva dal lago, a bordo di due imbarcazioni che hanno percorso la sponda tra Germignaga e Colmegna. La visita della delegazione svizzera a Luino è stata un’occasione anche per confrontarsi sul futuro di un territorio dove Italia e Svizzera hanno tanto in comune.

Non è certo la prima volta, che il Comune di Luino si fa promotore di una maggiore collaborazione con i nostri vicini di casa, non soltanto sul tema del turismo. «È stata una giornata interessante e utile - ha commentato l’assessore Miglio - per scambiarsi informazioni riguardanti la programmazione futura e per immaginare progetti condivisi».


© RIPRODUZIONE RISERVATA