Lavori per AlpTransit. Disagi in vista sulle strade

Circolazione difficoltosa dal 27 al 30 ottobre prossimi a Luino

Disagi in vista a Luino alla fine del mese di ottobre, a causa dei lavori che Rete Ferrovia Italiana sta effettuando sulla linea che passa dalla città in vista dell’entrata a regime di AlpTransit. La polizia locale di Luino ha emesso un’ordinanza che prevede l’istituzione di temporanei provvedimenti alla circolazione stradale cittadina, per permettere a Rfi di svolgere i lavori previsti in tutta sicurezza. Il provvedimento riguarda in particolare la circolazione stradale in via Voldomino all’intersezione con via Leonardo da Vinci e via Cairoli. La polizia locale nell’ordinanza ha disposto una serie di prescrizioni alla viabilità che saranno in vigore dalle ore 8.30 del 27 ottobre alle ore 20 del 30 ottobre. I provvedimenti temporanei riguardano via Voldomino all’intersezione con via Leonardo da Vinci e via Cairoli, dove verrà istituito un temporaneo divieto di transito per tutti i veicoli ad eccezione degli addetti ai lavori. Un altro provvedimento temporaneo contenuto nell’ordinanza della polizia locale di Luino prevede sempre in via Voldomino, da piazza Risorgimento al passaggio a livello, l’istituzione del divieto di sosta per tutti i veicoli. Idonea segnaletica sarà collocata nei pressi del cantiere per avvertire delle prescrizioni cittadini e automobilisti. L’amministrazione comunale di Luino ha cercato di ridurre per quanto possibile al minimo i disagi per i cittadini e i residenti. E’ facile prevedere che da qui alla fine dell’anno, Rfi dovrà effettuare sempre a Luino altri lavori propedeutici ad AlpTransit. Interventi piuttosto invasivi che inevitabilmente andranno a creare disagi alla viabilità cittadina e ai residenti in zona. «Abbiamo chiesto di abbreviare il diagio causato dalla chiusura del passaggio a livello limitando a quattro giorni anziché cinque l’impedimento al traffico anche pedonale - afferma Alessandra Miglio, assessore ai Trasporti del Comune di Luino - la chiusura totale si è resa necessaria poiché tutto il sedime stradale sarà demolito e ricostruito».


© RIPRODUZIONE RISERVATA