Naufragi e razzi di segnalazione. Con il corso dedicato ai velisti
I protagonisti del corso

Naufragi e razzi di segnalazione. Con il corso dedicato ai velisti

Il Club Velico Velagrande Varese ha organizzato una giornata dedicata al tema della sicurezza in acqua a Luino

LUINO - Naufragi, zattere, razzi di segnalazione a Luino. Quello che può sembrare uno scherzo è stato in realtà la parte centrale del corso “Navigare in sicurezza istruzioni per l’uso” che nella giornata di domenica scorsa ha animato la splendida cornice della cittadina lacuale.

Per la prima volta in assoluto sul Lago Maggiore, infatti, è andato in scena il Corso organizzato dal Club Velico Velagranda Varese con il suo Presidente Pierluigi Mascetti, Coordinatore area vela Uisp della provincia di Varese e con il responsabile della formazione della Uisp vela Regione Lombardia Carlo Giuffrè in collaborazione con il Presidente Giacomo Paleni del Comitato Territoriale Uisp di Varese.

Il corso, la cui parte dedicata alle nozioni teoriche di primo soccorso in acqua e in caso di situazioni d’emergenza, si è tenuta nella giornata di sabato, ha visto il patrocinio del Comune di Luino. «Da velista posso solo ammirare l’attività di questo circolo – ha dichiarato il sindaco Andrea Pellicini durante la sua visita ai corsisti – Da luinese sono davvero contento che abbiano qui la loro base». Anche il Consigliere Simona Ronchi è intervenuta durante il corso complimentandosi con il Club Velico Velagranda Varese per «un corso interessante, finalizzato alla promozione della cultura della sicurezza nel mondo della nautica da diporto. Un’ottima opportunità per comprendere come conoscere e prevenire i rischi». Il corso rientra nel progetto della Uisp Vela Lombardia ed è volto a sensibilizzare e rendere più consapevoli i velisti nei confronti della sicurezza in acqua.

Durante la giornata si è simulato un naufragio con l’apertura di una zattera e di un atollo sul quale gli equipaggi “in situazione di emergenza” sono dovuti salire e hanno dovuto usare le dotazioni di emergenza sparando fuochi a mano, razzi di segnalazione e boette fumogene, il tutto ovviamente in assoluta sicurezza e con la presenza garantita dagli Operatori primo soccorso acqua della Croce Rossa Italiana.

Hanno partecipato numerosi soci di diversi circoli Uisp e il corso, che si è contraddistinto come evento unico nel suo genere, ha riscosso grande successo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA