Sesto sorride al turismo e trionfano i campeggi

Sesto sorride al turismo e trionfano i campeggi

La conferma dello IAT: presenze in aumento e ancora tanti italiani, soprattutto famiglie

Buoni i numeri del turismo sestese. Con un aumento delle presenze rispetto allo scorso anno nei campeggi e una leggera flessione negli hotel, che tuttavia lavorano tutto l’anno grazie alla presenza delle aziende del territorio. I dati, non ancora conclusivi, di questa stagione 2017, sono forniti dallo IAT di Sesto Calende.

«In aprile abbiamo avuto 603 presenze di cui 99 stranieri in prevalenza svizzeri tedeschi (nel 2016 furono 478 di cui 85 stranieri) - spiega Samanta Bertolazzi - In maggio 466 presenze di cui 102 extraeuropei e svizzeri (544 di cui 150 stranieri nel 2016); in giugno 550 presenze di cui 124 fra svizzeri, inglesi ed extra UE (nel 2016 furono 595 di cui 104 stranieri); in luglio 738 presenze di cui 194 stranieri (francesi, olandesi e tedeschi) contro i 693 di cui 170 stranieri nell’anno precedente. Nei primi 15 giorni di agosto 458 presenze di cui 147 fra francesi, tedeschi e olandesi; nel 2016 (primi 15 giorni) furono 413 di cui 117 stranieri. Riepilogando dal 1° aprile al 15 agosto 2017 le presenze totali sono state di 2815 di cui 666 stranieri; nel 2016 nello stesso periodo sono state 2723 di cui 626 stranieri».

Per tutte le età

L’afflusso di turisti in aumento si è rivolto allo sportello turistico per richiedere cartine e mappe di ogni tipo, per conoscere le attrazioni della città, piste ciclabili, elenco esercizi ricettivi, orari mezzi di trasporto e noleggio barche, date di eventi e informazioni sulle attività sportive praticabili.

Ma dove hanno soggiornato i turisti in visita a Sesto? Tutte le strutture hanno beneficiato del meteo favorevole, ma sono stati i campeggi i più gettonati. «La stagione da maggio ad agosto è stata abbastanza buona, +5% rispetto al 2016 - dice Edoardo Favaron del Campeggio La Sfinge - Da noi hanno soggiornato francesi in bungalow e case mobili in affitto e olandesi in roulotte di proprietà o tenda, mediamente per 6/7 notti in affitto e 3/5 notti in tenda/roulotte. Per lo più famiglie e ragazzi single».

Soddisfatti anche al Camping Ok: «Decisamente un’ottima stagione, iniziata a Pasqua col tutto esaurito. Maggio nella media, giugno buono, leggero calo a luglio e agosto ottimo con incremento sia di italiani sia di stranieri e soggiorni anche di tre settimane». Anche qui grande presenza di stranieri: «L’Olanda copre ancora gran parte delle permanenze sul Verbano, quasi l’80%; sono ricomparsi i francesi anche in alta stagione, tedeschi e danesi invece coprono bene il periodo di bassa stagione. La sistemazione scelta è di case mobili in affitto, grandi tende di proprietà, caravan. Il target? Pensionati, ma anche famiglie che tornano. Il nostro camping è per tutti».

Hotel in flessione

E gli hotel? «Rispetto allo scorso anno un pò meno turisti - spiega Simona Massarenti dell’Hotel Il Parco - Se non fosse per le importanti aziende presenti a Sesto, la stagione sarebbe andata male, ma lavoriamo tutto l’anno con clientela internazionale grazie al business apportato dal settore elicotteristico».

Qualcosa c’è stato comunque, grazie a Booking.com: «Siamo iscritti da 10 anni con buoni punteggi. Per lo più coppie, giovani e al massimo fino a 60 anni, francesi, tedeschi, olandesi, inglesi, che visitano la zona del Verbano ma che si spingono anche fino a Milano. Mediamente 2/4 notti di sosta. Adorano la nostra location e le nostre prime colazioni all’aperto in terrazza».


© RIPRODUZIONE RISERVATA