Expo Novels: dieci ricette doc narrate dagli scrittori del territorio

Saper narrare il territorio attraverso le forme espressive più varie: dalla parola scritta, al video, al teatro, ai social. È la speciale competenza che la varesina Edizioni dEste metterà a frutto per la promozione del territorio varesotto in occasi

«La nostra casa editrice è nata dall’esigenza di impegnarci per costruire qualcosa di positivo per il territorio e per i giovani che ci abitano. In questi due anni ci siamo affermati editando romanzi e saggi e abbiamo realizzato progetti dedicati ai giovani e ai giovanissimi nel campo della legalità e dell’educazione finanziaria. Ora, con il progetto Expo Novels, vogliamo contribuire allo sviluppo delle realtà economiche locali nel campo della ristorazione e della ricettività», dice Massimiliano Comparin,

presidente della cooperativa editoriale.
Con Expo Novels, Comparin ha ideato un intreccio tra racconti, ricette e ristoranti, che suggeriscano ciò che i turisti soprattutto stranieri, ma non solo, apprezzano particolarmente quando visitano l’Italia: la bellezza del territorio e la grande tradizione del convivio. Un vero e proprio invito al viaggio e alle emozioni che ciascuno può far proprie a partire dalla parola scritta, che è il centro di tutto, dà forma all’idea, ne permette la condivisione, muove l’azione: «Saranno dieci racconti per dieci ricette, dove la qualità

della scrittura, la bellezza dei paesaggi e la bontà dei cibi si compenetrano. Alla fine di ogni racconto, ognuno scritto da un autore diverso, i migliori chef dei ristoranti del territorio interpreteranno una propria ricetta ispirata al testo. Il progetto si sviluppa attraverso una sinergia costruita con diversi attori, istituzionali e non, con l’obiettivo di permettere all’enorme flusso di visitatori previsti per Expo di entrare in contatto, leggendo, con i nostri luoghi, la nostra cultura, il nostro cibo». Decisamente ambiziosa è la portata distributiva della pubblicazione prevista dalla dEste: tradotto in italiano ed inglese, distribuito gratuitamente in formato e-book su tutte le piattaforme e-store del mondo, il libro sarà fisicamente presente dove è possibile intercettare il flusso dei turisti: oltre a ristoranti e agriturismi, anche aeroporti, alberghi, il padiglione Italia e nei “fuori Expo”.
Expo Novels verrà sostenuto da Camera di Commercio e Comune di Varese. Come trailer per la pubblicazione, sono previsti mini-video con tutorials di ricette che possano essere viralizzati attraverso i social network.
«Anche il Teatro di Varese ha stabilito una partnership per la realizzazione del progetto – dice Filippo de Sanctis, direttore artistico – Sostengo Expo Novels a livello personale, perché credo che in questo momento si debba dare una risposta a ciò che il mondo si aspetta dall’Italia con Expo. Questo territorio è ricco di qualità interessanti che meritano di essere raccontate il più possibile: dalla grande tradizione del gusto a tavola, alla sensibilità e al talento letterario che ha prodotto grandissimi scrittori e poeti. Anche il Teatro di Varese, che da tempo guarda con attenzione ai legami tra arte e gusto, tra cibo e saper vivere, in particolare con la rassegna Cooking and Theatre, darà supporto comunicativo e logistico per la promozione del progetto».
Chiosa convinto Massimiliano Comparin: «Non c’è nulla che faccia amare un luogo quanto la sua letteratura. Un posto non è per com’è in sé, ma per come te lo raccontano».n C. Toc.