Samarate, storie di chi accoglie e di chi è accolto

La mostra si svolgerà in via Borsi dal 21 giugno a 2 luglio, e Sconfinati si svolgerà nella parrocchia SS Pietro e Paolo di Borsano

Che cosa è il sistema di accoglienza italiano e come funziona nella provincia di Varese? “Profughi. Una mostra fotografica” punta proprio a questo: a far scoprire, attraverso le immagini e le parole le storie delle persone che vengono accolte e che accolgono vogliamo al di là dei luoghi comuni e le rappresentazioni stereotipate.
La mostra si svolgerà a Samarate, presso la biblioteca comunale, in via Borsi, e sarà aperta .
Il 22 Giugno alle ore 21.00

si terrà un incontro pubblico che vedrà la presenza di Mario Salis, vice presidente della Cooperativa Intrecci e Jaques Amani, responsabile dell’ufficio politiche migratorie di CGIL. Un momento di confronto aperto a tutti per discutere, domandare e capire.
Gli operatori della cooperativa Intrecci saranno poi presenti sabato 2 e domenica 3 luglio presso la Parrocchia di Borsano (Busto Arsizio) per animare “SCONFINATI”, l’esperienza che Caritas Ambrosiana ha portato a “Fa la cosa giusta”, per far vivere sulla pelle dei visitatori che cosa significa lasciare la propria terra per l’ignoto

affidando tutte le speranze alle mani di scafisti senza scrupoli e giocando la propria possibilità di realizzare una vita migliore alla roulette delle commissioni.
Nell’adattamento di “SCONFINATI” riproposto a Samarate, come in un gioco di ruolo, ad ogni persona è affidata un’identità con la quale dovrà affrontare il viaggio: mercanteggiare un posto in barca, superare il mare all’interno di una istallazione che riproduce fedelmente la traversate, presentare domanda di asilo e attendere il verdetto, spesso contradditorio. Un gioco vero come la realtà.
SCONFINATI sarà aperto al pubblico presso il teatro della parrocchia SS Pietro e Paolo di Borsano. .