Finmeccanica chiude a Lonate Verso il trasloco i 500 di Agusta
Sindacati divisi sulla chiusura di Lonate: per Fiom e Uilm nessuna preoccupazione, Fim più critica

Finmeccanica chiude a Lonate
Verso il trasloco i 500 di Agusta

Passano da quattro a tre gli stabilimenti del colosso elicotteristico in provincia. Venerdì vertice azienda-sindacati. Occupazione salva: «Ma ci saranno disagi»

LONATE POZZOLO - I circa 500 dipendenti non perderanno il posto di lavoro e le attività di supporto al cliente dello stabilimento di AgustaWestland di Lonate Pozzolo resteranno in capo all’azienda.
Ma il sito di Lonate chiuderà i battenti. E gli stabilimenti AgustaWestland della provincia di Varese passeranno da quattro a tre.
Venerdì mattina, nella sede Univa di Gallarate, la direzione di AgustaWestland presenterà ufficialmente il piano di trasferimento del personale di Lonate negli altri siti della provincia a Fiom, Fim e Uilm e a una rappresentanza del coordinamento sindacale AgustaWestland degli stabilimenti di Cascina Costa, Vergiate, Sesto Calende e Lonate Pozzolo.
«Non conosciamo il reale motivo del trasferimento e se anche nessun lavoratore perderà il posto, si apre uno scenario che creerà condizioni di disagio» commenta Paolo Carini, coordinatore nazionale per la Fim Cisl di AgustaWestland.
A Lonate, all’interno del World Trade Center Malpensa Airport, AgustaWestland ha le attività di magazzino, ricambi, logistica e assistenza al cliente con un servizio 24 ore su 24.

Maggiori approfondimenti su La Provincia di Varese in edicola oggi, mercoledì 11 marzo.


© RIPRODUZIONE RISERVATA