Mercoledì 27 Febbraio 2013

Il censimento fotografa il Varesotto
Noi più vecchi e sempre meno italiani

VARESE - Arrivano i primi dati ufficiali a livello provinciale della rilevazione della popolazione svolta lo scorso anno: una fotografia della provincia di Varese e dei varesini e dei cambiamenti in atto. Le cifre sono relative al 9 ottobre 2011, data di riferimento dell'ultimo censimento, da cui emerge che gli abitanti residenti in provincia di Varese ammontano a 871.886 unità, ovvero il 9% del totale lombardo.

Cresciamo solo grazie agli stranieri
Rispetto al 2001, quando si contarono 812.477 residenti, l'incremento è del 7,3%, da attribuire quasi esclusivamente alla componente straniera.  Nel decennio compreso tra gli ultimi due Censimenti la popolazione di cittadinanza italiana è cresciuta di 16.713 unità (+2,1%), ma quella straniera di 42.696 (+182,5%). Su 100 nuovi residenti in provincia di Varese, insomma 72 sono stranieri. Incremento complessivamente in linea con la media lombarda (+7,4%), ma minore per quella straniera, che nella nostra regione ha fatto registrare un +196,4%.

Più femmine che maschi
In provincia di Varese la maggioranza è femmina: ci sono 94,1 uomini ogni 100 donne (422.752 uomini e 449.134 donne). In ben 117 comuni sui 141 del nostro territorio, il numero di donne supera quello dei maschi residenti. Una curiosità: il rapporto di mascolinità più alto si registra a Marzio (116,4) mentre il più basso a Veddasca (81,2). 

La popolazione invecchia. I centenari
Il fenomeno dell'invecchiamento caratterizza il periodo 2001-2011: la percentuale di popolazione di 65 anni e oltre passa dal 18,2% (148.023 persone) al 21,3% (185.788) nell'arco del decennio, evidenziando una variazione del 25,5% maggiore rispetto a quella della Lombardia, che è del 22,9%. Anche i "grandi vecchi", ovvero gli ultra 80enni, incrementano il loro peso sul totale della popolazione residente: si passa dal 4,2% del 2001 al 5,9% del 2011. Attualmente toccano quota 51.608 unità.
In provincia di Varese, poi,  risiedono 237 ultracentenari, pari al 10% di quelli della Lombardia. Essi sono più che raddoppiati nel decennio intercensuario (erano 110 nel 2001).A conferma della maggiore longevità femminile il 91% (215) degli ultracentenari sono donne.

Sette residenti su 10 vivono in comuni con meno di 20mila abitanti
La popolazione residente in provincia di Varese si distribuisce per il 23% in comuni con non più di 5mila abitanti mentre per il 46,4% in quelli compresi tra 5.001 e 20.000 abitanti. Questo significa che 7 residenti su 10 vivono in località al di sotto dei 20mila abitanti,

I comuni più grandi e quelli più piccoli
Entrando nel dettaglio provinciale, si scopre che il comune più piccolo è quello di Duno con soli 159 residenti mentre il maggiore in termini di popolazione legale è Varese con 79.793 abitanti censiti al 9 ottobre 2011. I dati ufficiali del Censimento collocano al secondo posto Busto Arsizio con 79.692 e al terzo Gallarate con 50.456 abitanti. Seguono Saronno con 38.598 e Cassano Magnago con 21.386 residenti.

Oltre 66mila gli stranieri residenti in provincia di Varese
Gli stranieri censiti in provincia di Varese sono 66.088: il 7% di coloro che risiedono in Lombardia. Il 27,5% di loro ha un'età compresa entro i 19 anni, il 67,4% è nella classe 20-59 anni e il 5% è ultrasessantenne. Anche in questo caso le femmine (53%) superano i maschi (47%).
Nel corso del decennio 2001-2011 la popolazione estera che abitualmente dimora sul nostro territorio è cresciuta del +182,5%, passando da 23.392 a 66.088 unità. L'incidenza degli stranieri è così cresciuta da 28,8 a 75,8 abitanti ogni 1000 residenti censiti. Una situazione che però ha fatto perdere una posizione a Varese nella classifica regionale: dal sesto posto del 2001 al settimo del 2011, dove il primato spetta alla provincia di Brescia con 125,5 stranieri ogni 1.000 abitanti.

A Ranco più stranieri, a Castelseprio meno
Il comune varesino a maggior presenza estera è Ranco, con 181 stranieri ogni 1.000 abitanti mentre Castelseprio ne presenta solo 15. In valore assoluto il maggior numero è a Varese dove ne risiedono quasi 8.500.

Leggi l'approfondimento su La Provincia di Varese in edicola giovedì 28 febbraio

b.melazzini

© riproduzione riservata