Cairate rende onore allo sport: «Un’autentica scuola di vita»
Gli sportivi premiati posano insieme al sindaco Paolo Mazzucchelli

Cairate rende onore allo sport: «Un’autentica scuola di vita»

Premiati dal sindaco gli atleti che si sono distinti portando in alto il nome del Comune

Dal calcio al tiro con l’arco, dal ciclismo alla pallavolo fino alla boxe e agli sport da combattimento. Il mondo sportivo di Cairate è un fiore dai molti petali. E tutti insieme costituiscono un universo variegato in cui la passione, l’impegno e la gioia si fondono. L’amministrazione comunale del sindaco Paolo Mazzucchelli ha voluto premiarli con una cerimonia in sala consiliare. Presenti, oltre al primo cittadino, l’assessore allo Sport Luigi Innocenti e, accanto agli atleti, allenatori e presidenti e familiari legittimamente orgogliosi.

Riscatto sociale

«Questo appuntamento - ha spiegato Mazzucchelli – è ormai tradizionale per Cairate, lo promuoviamo nella consapevolezza che lo sport rappresenti non solo un’attività per tenersi in forma ma anche una scuola di educazione e di vita che insegna a ottenere le vittorie ma anche a prendere lezione dalle sconfitte per migliorarsi».

Una scuola che, a volte, serve persino quale strumento di riscatto sociale da situazioni difficili. Mazzucchelli si è anche detto orgoglioso del fatto che Cairate offra tra le altre strutture anche una palestra «dove 400 ragazzi hanno uno spazio per praticare sport da combattimento».

Novità in vista

In vista vi è peraltro da parte del Comune una riqualificazione della pista d’atletica. Lo sport cairatese può contare su un ampio ventaglio di società, dall’Union calcio fino alla Fulgor, dal Kokorodai al Moto club. «E se a qualcuno venisse un’idea per sviluppare ulteriormente lo sport nel nostro comune – ha spiegato Mazzucchelli – non esiti a proporcela».

Le curiosità non restano fuori dalla porta; i pulcini dell’Union Calcio, per esempio, hanno dato vita per caricarsi prima delle partite a una rivisitazione di “Fratelli d’Italia” con i nomi dei loro giocatori. Sara Polinelli, stella luminescente del tiro con l’arco, ha cominciato tutto da un arco che vinse durante una lotteria, segno del destino. Ed eccoli, uno per uno, gli sportivi premiati l’altra sera: Giorgio Bruno, Dario Caimi, Ruben Chianese, Carolina Colombo, Gabriele Gangi, Sara Polinelli, Nicolò Bertoldi, Morgan Colombo, Francesco Curatolo, Christian Galli, Mauro Giacomini, Riccardo Morandi, Simone Morandi, Simone Pedon, Nicolò Rinaldi, Davide Spitaleri, Gabriele Squatriti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA