Cucciola di pitbull rapita
La cagnolina è microchippata ha il manto grigio e bianco e gli occhi grigi

Cucciola di pitbull rapita

L’appello di Sarah per Yuma: «Aiutatemi a ritrovarla»

BUSTO ARSIZIO - Un aiuto per Yuma: la cucciola di pitbull di cinque mesi, rapita dalla sua casa di Busto Arsizio lo scorso 7 giugno. A lanciare l’appello per ritrovarla è Sarah, la sua “mamma” umana: «Yuma era in giardino – racconta la donna – con lei c’erano altri due pitbull adulti. Contrariamente a quanto si crede questi cani, se amati e accuditi, sono animali dolcissimi. Yuma in alcun modo avrebbe potuto uscire dal giardino di casa. Qualcuno vi si è introdotto portandola via. Hanno preso soltanto lei perché ovviamente con i pitbull adulti non sarebbero riusciti a fare nulla. Inoltre essendo cucciola è molto più semplice da rivendere». Yuma è stata prelevata dal giardino di un’abitazione vicina alla zona industriale di Busto Arsizio. La cagnolina è microchippata ed è vaccinata. «Ha il manto grigio e bianco e gli occhi grigi», spiega Sarah che aggiunge: «Abbiamo denunciato l’accaduto ai carabinieri e avvisato il nostro veterinario». La notizia del rapimento è stata diffusa su diversi siti e gruppi Facebook per amanti. “Abbiamo ricevuto alcune segnalazioni – spiega Sarah – ma si sono rivelate tutte infondate. Ogni volta è uno strazio: hai la speranza di ritrovarla, poi invece Yuma continua a non esserci. Ci hanno detto che molto spesso i cani, soprattutto se di razza, vengono rapiti per essere poi rivenduti in rete. Per questo stiamo monitorando anche Internet». Chiunque veda Yuma segnali l’avvistamento contattando il 112.


© RIPRODUZIONE RISERVATA