La strada per Cracovia è più dolce
Alcuni dei ragazzi che parteciperanno alla mitica pedalata posano all’interno della gelateria “Solocosebuone” gustandosi il gelato che deve il nome alla loro prossima impresa

La strada per Cracovia è più dolce

Verso la gmg - La gelateria “Solocosebuone” dedica un gelato al viaggio in bici degli amici di Ale e Stefano

Cracovia è sempre più vicina. Manca sempre meno infatti alla partenza dei ragazzi che da Cassano Magnago raggiungeranno la città polacca in bicicletta nel ricordo degli amici Stefano Pietrobon ed Alessandro Giani. Il 15 luglio infatti il gruppo su due ruote prenderà la via della Polonia, ed in questi giorni tante iniziative ed attività sono state messe in atto per supportare ed accompagnare il cammino dei ragazzi verso questo appuntamento e verso l’incontro con Papa Francesco, in occasione della Giornata Mondiale della Gioventù.

Crema, amaretto e arancia

Dopo l’iniziale creazione delle magliette, dei portachiavi e dei portatessera, ideati e realizzati dagli amici di Stefano ed Alessandro ma anche dai ragazzi della Comunità Emmanuel di Cassano Magnago, è molto gustosa, in tutti i sensi, invece la novità introdotta in questi ultimi giorni. Patrizia Barcaro, amica di lunga data della famiglia Giani e proprietaria della gelateria “Solocosebuone” di Gallarate, ha deciso di creare un gusto di gelato in onore del viaggio che i ragazzi intraprenderanno nel mese prossimo. Una bella idea, e anche buona, che sta riscuotendo molto successo in questi giorni.
Un’intuizione che è piaciuta, senza dubbio, e che aiuterà a supportare il progetto, per cui recentemente è nata anche un’associazione dal nome “In viaggio…sulla loro scia”. Siamo perciò andati da Patrizia a Gallarate con l’intento di scoprire più da vicino questa idea, e soprattutto per assaggiarla. Un primo consiglio: ne vale la pena. Lei ci racconta così come è nato tutto: «L’intuizione è arrivata proprio nel momento in cui stavo dando una mano a piegare le magliette che avremmo poi venduto ai mercatini. Tra di me pensavo, “cosa posso fare per aiutare?”, e mi è venuto in mente di colpo di creare un gusto di gelato». Detto, fatto, con una fase operativa e di studio nel mezzo: «Mi sono messa a cercare su internet una ricetta polacca che si potesse coniugare bene con un gusto di gelato. Cerca e ricerca, dopo poco tempo ho trovato l’ispirazione in un dolce di Cracovia che era effettivamente compatibile con ciò che volevo ricreare io».
Ecco dunque la ricetta di GMG 2016, il nuovo gelato: «C’è una base di gelato alla crema con amaretto e scorza d’arancia. Successivamente, ho aggiunto un variegato con uvetta, semi di papavero e noci».

Nomen omen

Noi ci siamo fatti tentare, lo abbiamo provato e ci siamo portati a casa una vaschetta. Nomen omen, “solocosebuone”, non poteva essere altrimenti. E l’idea per fortuna ha avuto seguito ed è stata apprezzata: «In questi giorni i ragazzi sono passati spesso in gelateria, ma c’è tanta gente che viene qui anche solo per assaggiare GMG 2016».
Per chi volesse assaggiare, “Solocosebuone” si trova in via Arconti a Gallarate. Intanto, nella giornata di ieri, è stata anche creata la pagina Facebook dell’associazione, in cui si potranno trovare ogni giorno le informazioni relative al cammino di avvicinamento dei ragazzi a questo viaggio e su cui successivamente si potrà seguire tappa per tappa il percorso dal 15 luglio in poi verso Cracovia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA