Il regalo per il Bardello: addio scarichi
Nuova vita e soprattutto nuova salute per il Bardello a Besozzo: opere per un milione e mezzo di euro (Foto by Archivio)

Il regalo per il Bardello: addio scarichi

Al via col nuovo anno i lavori per eliminare gli sbocchi fognari. Grazie alla sinergia tra Comune, Ato e Alfa

BESOZZO - Il 2018 sarà l’anno buono per eliminare finalmente tutti gli scarichi fognari lungo il fiume Bardello? È quanto si augura l’amministrazione comunale di Besozzo impegnata da anni al rilancio di questo corso d’acqua che scorre anche dal centro del paese. «Se tutto andrà per il verso giusto - afferma Gianluca Coghetto, vicesindaco e assessore alle Politiche del Territorio - nei primi cinque mesi del 2018 inizieranno i lavori per eliminare gli scarichi fognari lungo il fiume; questa notizia è un bel regalo di Natale per il nostro Comune, ricevuta proprio in questi giorni dal gestore Alfa».

Un percorso che il Comune ha iniziato nel 2014, in collaborazione con Ato, l’Autorità d’Ambito della Provincia di Varese e Alfa, il suo braccio operativo, avviando la fase di progettazione; a luglio di quest’anno, tutta la progettazione è stata consegnata. «La sinergia con Ato e Alfa è stata fondamentale - prosegue Coghetto - il progetto sarà diviso in due lotti per un totale di 1 milione e 495 mila euro di investimento; elimineremo gli scarichi dalla piazza e realizzeremo una nuova linea che porta al depuratore di Besozzo. Un altro intervento gestito dalla società Verbano prevede interventi per un milione di euro; se a questi interventi sommiamo il potenziamento del depuratore a Besozzo e la realizzazione del collettore intercomunale possiamo dire che sul nostro territorio, nei prossimi anni, si risolveranno i problemi legati agli scarichi fognari».

Per risolvere problemi di questo tipo, Ato ha predisposto un programma di interventi urgenti chiamato “Piano Stralcio”, per sanare quelle situazioni sotto procedura d’infrazione da parte dell’Unione Europea. «Nel caso specifico, anche Besozzo presenta delle criticità - spiega Ercole Ielmini per conto di Ato - con il Comune abbiamo stipulato una convenzione eseguendo prontamente i progetti; il gestore Alfa, grazie ai finanziamenti di Ato, ha già potuto avviare le procedure per l’esecuzione dei lavori».

La sinergia tra enti diversi è fondamentale per ottenere risultati significativi per il territorio, per l’ambiente e per i cittadini. «Si è positivamente conclusa la prima fase della procedura che consentirà di avviare i lavori di nuovo collettamento della rete fognaria - afferma Saverio Bratta, amministratore delegato di Alfa - l’intervento consentirà la risoluzione dell’annoso problema degli scarichi non controllati nel Bardello; questo intervento dimostra l’attenzione di Alfa verso il territorio di Besozzo, che troverà ulteriore manifestazione con la prossima presa in carico della gestione del servizio idrico».


© RIPRODUZIONE RISERVATA