Malnate contro le deiezioni canine. Da oggi volontari al telefono
Il Comune vuole combattere l’abbandono delle deiezioni canine (Foto by Archivio)

Malnate contro le deiezioni canine. Da oggi volontari al telefono

I proprietari dei cani avranno tempo fino al 31 dicembre per far eseguire il test del DNA sui propri animali

MALNATE - Test DNA contro l’abbandono delle deiezioni canine: volontari al telefono. Da oggi, infatti, lunedì 9 ottobre partono le telefonate dei volontari per ricordare la scadenza del 31 dicembre per sostenere il test gratuitamente.

Entra nel vivo il progetto avviato lo scorso aprile dall’amministrazione comunale di Malnate per contrastare l’abbandono delle deiezioni canine; è in corso infatti  la “raccolta dati” che viene resa possibile grazie all’esecuzione del TEST del DNA a tutti i cani del territorio malnatese. «Ricordiamo infatti che tutti i possessori di cani residenti a Malnate hanno l’obbligo - fa sapere il Comune - di effettuare il test al proprio animale, tramite prelievo di campione salivare, e di trasferirne, entro e non oltre il 31 dicembre 2017, il codice identificativo al Servizio Veterinario di ATS Insubria per l’aggiornamento dell’anagrafe canina».

Tali informazioni consentiranno, una volta completata la banca dati, di risalire al proprietario maleducato e di sanzionarlo. Grazie ad una convenzione stipulata con Econord, l’amministrazione di Malnate offre la possibilità a tutti i proprietari di cane residenti nel proprio territorio di effettuare gratuitamente il test. Basterà recarsi in uno dei due ambulatori veterinari di Malnate, quello del dottor Brolpito in Via Montello, il mercoledì mattina, e quello della dottoressa Cadonà in Via Dante, tutti i giorni d’apertura.

Il cane potrà essere portato dal veterinario dal proprietario o da un suo delegato, purchè in possesso del libretto dell’animale.

Nell’ottica della maggior informazione possibile, l’Amministrazione si è attivata e si attiverà per contattare i padroni dei cani per informarli dell’obbligo ricordando che, a partire dal 1 gennaio 2018, chiunque non avrà fatto fare il test Dna al proprio cane sarà passibile di sanzione amministrativa, oltre a dover effettuare il test a proprie spese. Per chiarire i termini del regolamento ed eventuali dubbi, e per rispondere alle domande riguardanti la procedura, a partire da oggi alcuni volontari ed addetti, opportunamente formati e incaricati dall’amministrazione, contatteranno i tutti i cittadini che non si sono ancora recati dal veterinario. Il sindaco Samuele Astuti e l’assessore Giuseppe Riggi hanno ringraziato i volontari: «Ringraziamo i volontari che si sono resi disponibili a partire  da domani a dare tutte le informazioni riguardanti il progetto e a ricordare ai cittadini l’adempimento. L’importanza del progetto risiede proprio nel valorizzare sempre più l’attenzione al decoro urbano».

Per qualsiasi chiarimento, è infine disponibile il sito [email protected] o il numero 0332.275239.


© RIPRODUZIONE RISERVATA