Giovedì 23 Gennaio 2014

Com’è sottile in casa Tozzo

il confine tra ceramica e arte

Lanfranco e Nevio Tozzo nel laboratorio di Mornago
(Foto by Varese Press)

Quando l’artigianato si fonde con l’arte il mercato non ha limiti. Lo sanno bene Lanfranco e Nevio Tozzo, titolari delle Ceramiche Tozzo, negozio e laboratorio fondato a Mornago dal padre Franco nel 1968.

«Abbiamo fatto una scelta precisa - spiega Nevio - Non cedere mai alla tentazione del prodotto di seconda qualità. In una realtà di nicchia come quella dove noi operiamo, garantire tutto materiale di pregio e proposte di prestigio è il solo modo per guardare al futuro».

Il negozio si occupa di posa e vendita di piastrelle. Detto così parrebbe semplice: ma sono i materiali preziosi e la cura estrema nella loro posa a rendere la Ceramiche Tozzo un gioiello. Con l’aggiunta della maestria di Lanfranco, per tutti Ivan, che ad un certo punto ha virato verso il mosaico. Arte pura: tanto da meritarsi nel 2008 il premio del pubblico al concorso della Camera di Commercio “Creatività alle stelle”.

Ivan, diplomato al liceo artistico, si è poi specializzato in una delle scuole di arte musiva più blasonate d’Italia: quella di Spilimbergo in Friuli. La passione di Ivan, unita alla sua maestria, ha arricchito l’offerta commerciale dell’attività di Mornago. Dove è possibile farsi realizzare pezzi unici, mosaici irriproducibili da utilizzare quali pezzi di design per rendere esclusiva la propria abitazione. Arte fusa con il miglior artigianato: il nostro territorio può essere fonte di contaminazioni vincenti.

Simona Carnaghi

© riproduzione riservata